Salute, a Venturina Terme la Festa della Prevenzione

Visite negli ambulatori mobili e intrattenimento. Ecco il programma

Val di Cornia

Si svolgerà sabato 7 luglio dalle 17 alle 24 nella Zona blu di Venturina Terme La Festa della Prevenzione, “Salute e Prevenzione per una comunità che ha cura di sé", iniziativa organizzata dalla Consulta del Sociale di Campiglia Marittima in collaborazione con l'Amministrazione Comunale ed alcuni soggetti medici privati Mediacal Group e Ottica Olzi che per l'occasione presteranno la loro opera gratuitamente.

Dalle 17.00 alle 21.00 saranno aperti gli ambulatori mobili dove sarà possibile effettuare visite specialistiche gratuite in cardiologia, fisioterapia, ottica, dermatologia, controllo della glicemia e misurazione della pressione arteriosa. La cura di sé e il benessere passano anche attraverso la fruizione di momenti gradevoli, di socializzazione e condivisione di intrattenimento, per questo in contemporanea, le associazioni della Consulta hanno pensato all'organizzazione di intrattenimento musicale, cabaret ai quali si alterneranno momenti di dimostrazioni da parte del Personale della Croce Rossa per l'utilizzo del defibrillatore. Il tutto sarà accompagnato da un aperitivo allestito dalle Associazioni del Sociale. Lungo la Ztl le Associazioni organizzatrici attrezzeranno, inoltre, degli info point informativi sulla propria attività, sulla prevenzione e l'alimentazione. 
“Un'occasione importante per fare e per educare alla prevenzion - afferma l'assessore alle politiche sociali Alberta Ticciati - Privato e pubblico che collaborano per un obiettivo comune che è quello della salute del cittadino, mettendo a disposizione la propria professionalità e competenza. Ringrazio tutte le Associazioni ed i privati che hanno raccolto il nostro invito”.

Indietro martedì 26 giugno 2018 @ 12:44 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus