Vino, territorio e turismo: la costruzione di una wine destination

di Barbara Noferi

Suvereto

Condividi

“Vino, territorio e turismo: la costruzione di una wine destination”: è questo il titolo della tavola rotonda organizzata dalla Consulta del vino di Suvereto. Si tratta di un interessante progetto che mette insieme produttori ed esperti del settore vitivinicolo allo scopo di creare occasione di confronto per rilanciare i valori e la cultura enologica del territorio e gestire al meglio le politiche di promozione turistica. Il dialogo e la collaborazione hanno messo in evidenza punti di forza e di debolezza su cui ragionare e da cui partire per sviluppare azioni e progetti al fine di rendere Suvereto e il più ampio distretto vinicolo ed enogastronomico della costa toscana, una destinazione turistica di eccellenza, in una rapporto di reciproco beneficio tra il territorio, le cantine, i ristoratori e tutto il sistema dell’accoglienza per i viaggiatori wine lowers ed i gourmand. L’iniziativa si svolgerà sabato 2 Dicembre alle ore 14.45 presso la sala del Ghibellino in piazza San Francesco, all’interno del programma della 50° edizione della Sagra di Suvereto, e vedrà come relatori soggetti impegnati a vario titolo nel settore del turismo del vino ed enogastronomico, analizzando esperienze, leve su cui agire e errori da non commettere per fare di un territorio una wine destination. Il tema sarà affrontato sia dal punto di vista scientifico-universitario con gli interventi del Prof. Rossano Pazzagli (Presidente del Corso di laurea in Enogastronomia e turismo all’Università del Molise), che parlerà della formazione universitaria per il turismo del vino, e della D.ssa Roberta Garibaldi dell’Università degli studi di Bergamo sulle tendenze del turismo enogastronomico; avremo poi due esperienze dirette grazie alla presenza del prof. Piero Mastroberardino dell’omonima azienda e di Daniele Manzone direttore della strada del vino del Barolo e grandi vini di Langa che illustreranno i relativi percorsi di lavoro sul brand di territorio; infine Filippo Magnani, operatore incoming specializzato farà il punto sul ruolo dei tour operator specializzati nella pianificazione di itinerari del vino e Donatella Cinelli Colombini, fondatrice del Movimento Turismo del Vino e Presidente delle Donne del Vino chiuderà gli interventi dei relatori parlando dell’evoluzione del turismo del vino. Il moderatore Carlo Cambi, giornalista professionista, guiderà ed orienterà discussione e successivo dibattito in cui sono già in programma interventi del Movimento turismo del vino Toscana, Associazione Nazionale Città del Vino, giornalisti specializzati e professionisti del settore, oltre ovviamente ai produttori di Suvereto e di tutta la Toscana.

 

Indietro giovedì 30 novembre 2017 @ 16:48 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus