"Centralino chiuso. E ora è difficile chiamare i reperibili"

Nuovo pesante quadro della sanità elbana tracciato dai Comitati riuniti: "Ritardi nella gestione dell’emergenza, disagio per l’utenza e per il personale che cerca di sopperire alle carenze". "Elisoccorso al Carburo fermo da 15 giorni per manutenzioni. Restano due soli medici ad anestesia-rianimazione"

ospedale

Condividi
La nuova piazzola: si aspetta l'esito del collaudo

“Disagio nell’utenza, ritardi nella gestione dell’emergenza, disagio nel personale che cerca di sopperire alle carenze con impegno e professionalità nonostante le pressioni ambientali a cui è sottoposto”. Torna, o resta, preoccupante il quadro dell’ospedale elbano, secondo i Comitati pro sanità, che oggi denunciano un ulteriore problema: questa sanità non garantisce più i turisti, o i potenziali turisti: “In questi mesi si è riscontrato un discreto afflusso turistico, e il mese di giugno è da sempre un mese molto a rischio per la presenza di fasce d’età estreme: bambini molto piccoli, adulti over 65; presenza di eventi sportivi”. Insomma la sanità è anche un servizio al turista, e come tale si lega alla promozione e alla percezione della sua accoglienza: “E’ di vitale importanza per il turismo dare un’ immagine di una sanità efficiente e funzionante, quindi si rendono necessari, al più presto, provvedimenti operativi concreti  al fine di garantire un buon livello di sanità sull’Isola d’Elba per tutti: cittadini residenti e turisti”.

Dunque, “l’inizio della stagione turistica ripropone alla nostra attenzione – per i comitati - alcune criticità ripetutamente segnalate sulla gestione della sanità all’Elba, rese più accentuate dall’afflusso turistico. In particolare gli ‘habitués’ e gli stranieri confrontano il livello sanitario attuale dell’Isola con quello del recente passato; le assicurazioni raccomandano all’assicurato di verificare se c’è una struttura sanitaria idonea nella località di vacanza”.

Vediamo dunque il cahiers de doléances dei comitati:

Elisoccorso: l’elicottero da circa 15 giorni atterra e decolla anche di giorno all’aeroporto di La Pila invece che all’elisuperficie del Carburo, causa mancata manutenzione. Con il periodo estivo aumentano i tempi di percorrenza, causando disagi. Attualmente, dopo la prima prova di atterraggio  effettuata dall’Enac sull’elisuperfice dell’ospedale, avvenuta in data 8 maggio scorso, nell’attesa delle procedure successive, non è noto quando sarà possibile l’autorizzazione al volo. Rispetto alle indicazioni espresse dall’Azienda di Livorno alla Conferenza dei sindaci il 22 febbraio 2012, si osservano date non rispettate sia per quanto concerne i lavori in ospedale sia per quanto riguarda i servizi.
Lavori: entro marzo 2012 doveva essere terminato l’ampliamento del piazzale antistante il Pronto soccorso (attualmente c’è ancora il cantiere; costo: euro 110.037,81).  Non è noto a quale punto siano i lavori per la costruzione della Camera Calda; entro aprile 2012 termine previsto lavori per l’Ospedale di comunità e hospice (non sono iniziati).
Pronto Soccorso: nel periodo estivo previsto turno medico aggiuntivo diurno 8-20 e un aumento del personale infermieristico (attualmente è previsto solo nel fine settimana a partire da metà giugno). Talvolta non c’è adeguato rifornimento del materiale richiesto.
Servizio anestesia-rianimazione: attualmente, con il pensionamento del primario, previsto da qualche mese, rimangono solo 2 medici.  È possibile garantire con questi numeri un servizio adeguato?  Con la chiusura del Centralino non solo di notte ma anche nel pomeriggio sono aumentate le difficoltà nel chiamare rapidamente i reperibili nell’emergenza.

La cronica carenza dell’organico del Reparto di Radiologia ha conseguentemente aumentato la telerefertazione per le immagini radiologiche (prevista: notturna, festiva, prefestiva con riferimento al servizio di  guardia radiologica di Livorno). Attualmente la telerefertazione avviene con 3 ospedali: Livorno, Cecina, Piombino, suddivisi per decade del mese. Permane il problema dell’esecuzione degli esami ecografici in particolare in urgenza.
Laboratorio: eccetto gli esami urgenti che sono eseguiti in loco, tutti gli altri esami sono inviati c/o i laboratori di Livorno, Cecina, Piombino con ritardo delle risposte.

 

Indietro domenica 10 giugno 2012 @ 02:03 © Riproduzione riservata

Commenta l'articolo

Attenzione: i commenti sono soggetti a moderazione. Un moderatore deve approvare il commento inserito prima che esso venga visualizzato.

blog comments powered by Disqus