Le attività educative autunnali e invernali di L'isola che c'è

Scritto da L'isola che c'è

L'isola che c'è

Le attività educative di L’isola che c’è per l’autunno e l’inverno: spazi di comunità nei comuni di Rio, Porto Azzurro e Campo nell’Elba; civismo e ambiente per ragazzi presso l’aula VerdeBlu a Mola; escursioni esperienziali per famiglie; sportello d’ascolto psicologico per la comunità scolastica; incontri con adulti e appuntamenti online; una indagine sulle forme dell’animazione sociale e sui bisogni educativi del territorio.

All’Elba continuano le attività del progetto L’isola che c’è, che ricordiamo è sostenuto dall’impresa sociale Con i Bambini, nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Dopo un’estate di grande lavoro all’interno dei centri estivi, da qualche settimana sono ripartite le proposte educative e di animazione sociale pensate per il periodo autunnale e invernale. Le descriviamo e chiediamo a tutti gli interessati di partecipare.

Gli spazi di comunità di L’isola che c’è sono pensati per stare insieme e integrare la scuola con attività gruppali pomeridiane che si rivolgono a bambine e bambini dai 6 ai 13 anni a:

- Rio Marina: spazio di riferimento, a fianco dell’Oratorio Salesiano, lo spazio di Rio propone aiuto compiti e attività educative, con una particolare attenzione alle relazioni tra pari. Orari di apertura: Rio poi aperto Lunedì 16-18, martedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14:30 alle 18:0.

- Porto Azzurro: lo spazio è posto a fianco del teatrino comunale, offre aiuto compiti e attività sportive con finalità aggregative e integrative del gruppo. Orari di apertura: lunedì, mercoledì, giovedì e venerdì dalle 14.30 alle 18.

- Mola (Capoliveri): presso l’Aula didattica Verde e Blu di Legambiente Arcipelago Toscano saranno calendarizzate attività educative insieme all’asd Diversamente Marinai, volte alla diffusione dei valori ambientali del territorio con un taglio civico e partecipativo.

- Marina di Campo: lo spazio si trova a fianco della biblioteca comunale, verranno proposti aiuto compiti e attività artistiche, con particolare cura per la promozione della lettura. Le attività partiranno da novembre con orari che saranno diffusi sulla pagina facebook del progetto.

- Rimarrà attivo uno spazio virtuale nel quale incontrarsi e continuare a rimanere in contatto, (superando problemi di distanza e trasporto) perché il bello di quanto appreso nei lock down passati non venga perso.

Lo sportello d’ascolto scolastico. Anche quest’anno è attivo lo Sportello d'ascolto gratuito per i genitori, alunni ed insegnanti della Scuola Primaria e Secondaria di I grado dell’I.C. G. Giusti a Campo nell’Elba e dell’I.C. C. Carducci (Rio, Porto Azzurro, Capoliveri). Il servizio è offerto da InPerFormat che sta portando avanti l’attività di consulenza educativa e di orientamento da gennaio 2019, presso le scuole partner del progetto. Lo sportello offre ascolto e consulenza a coloro che sentono l'esigenza di un confronto e di una riflessione su questioni connesse alla crescita dei figli, ai problemi educativi, alle tematiche relative all'emarginazione e integrazione o dispersione scolastica degli alunni, alla gestione di classi complesse, all’affettività e alle tematiche lgbt, ai problemi di comunicazione e dialogo (tra insegnanti e genitori/ tra genitori e figli). Il servizio, tutelato dal segreto professionale, prevede dei colloqui individuali, a cui si accede su appuntamento. Lo sportello d´ ascolto si rivolge anche agli studenti della scuola (previo consenso dei genitori). Lo sportello d’ascolto è uno strumento che coinvolge la scuola e la famiglia e che mira, attraverso lo sviluppo di competenze che facilitano i processi educativi e relazionali, alla ricostruzione di un contesto sociale che diventi comunità educante.

Trekking esperienziali per ragazzi e famiglie. L’ambiente naturale dell’Elba, si sa, è fonte di rigenerazione fisica e psicologica ed è una nostra grande alleata. Attraverso esperienze guidate, di volta in volta, vengono proposti a bambini, ragazzi, adulti laboratori all’aria aperta dedicati alle relazioni famigliari, all’ascolto di sé, alla valorizzazione del rapporto uomo-natura e alle relazioni interpersonali grazie a psicologhe, counselor, educatori ed educatrici di Inperformat, Legambiente Arcipelago Toscano, Opificio Liberarti.

Voglia di futuro! Dopo due anni di attività abbiamo deciso di raccogliere gli elementi rinunciabili della nostra esperienza di contrasto alla povertà educativa. Lo faremo avviando una conoscenza più approfondita dei bisogni educativi di adulti e ragazzi e dei mezzi che sono stati utilizzati nel lavoro svolto dal nostro progetto. A tale proposito avvieremo laboratori di futuro con tutti i membri della comunità educante. I risultati ci aiuteranno a costruire l’evento pubblico a conclusione del progetto.

Per restare aggiornati sugli appuntamenti in calendario, potete collegarvi alla pagina facebook di L’isola che c’è.

“Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà
educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il
Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di
natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei
minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini,
organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.
 

www.conibambini.org

Indietro sabato 16 ottobre 2021 @ 17:35 © Riproduzione riservata