LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Chiarezza

“Le Pro Loco svolgono un ruolo di collegamento fra le istituzioni ed i cittadini”

Il Coordinamento: "Ogni iniziativa non ha scopo di lucro"

Le Pro Loco elbane mettono in campo altre idee

Da Patrizia Lupi

Per fare ulteriore chiarezza:
Il coordinamento è composto dalle Pro Loco di Marciana Marina, Marciana, Rio, Porto Azzurro, Portoferraio, Capoliveri, Campo ed ha un proprio rappresentante all’interno del Tavolo tecnico dell’OTD e nel Comitato di Gestione della Riserva MAB UNESCO “Isole di Toscana”.
Le Pro Loco elbane tentano, attraverso il loro coordinamento e con la partecipazione ai comitati, di unificare le loro azioni per promuovere attività di promozione e valorizzazione dei propri paesi ma in un’ottica di sistema, nello spirito della convenzione di Faro e delle comunità patrimoniali, incentrato sulla salvaguardia dei territori e delle loro identità sociali, storiche, antropologiche, ambientali, costituite da valori materiali e immateriali che ne definiscono i confini e la cultura.
L’obiettivo è quello di arrivare ad un calendario unico della programmazione culturale, sportiva, ludica, sociale dell’Isola, estiva ed invernale, rivolta a quei turisti che scelgono l’Elba come destinazione delle loro vacanze, a prescindere dai paesi o dalle frazioni in cui alloggiano. Secondo obiettivo è quello di migliorare i servizi resi dalle Pro Loco, in particolare nella gestione dei punti informazione, anche attraverso azioni di formazione del personale e di riqualificazione degli uffici adottando un’immagine coordinata come suggerisce, fra l’altro, la legge regionale sul turismo.
In un’ottica di partecipazione attiva e di valorizzazione del volontariato le Pro Loco svolgono un ruolo importante di collegamento fra le istituzioni ed i cittadini, stimolando politiche partecipative e inclusive. Ogni iniziativa promossa dalle Pro Loco non ha scopo di lucro e le eventuali attività economiche sono connesse al proprio ruolo e al proprio sostentamento, seguendo alla lettera il codice del terzo settore. I volontari sono cittadini che prestano la loro professionalità, tempo, passione e dedizione nell’interesse della collettività e, come riconosce la normativa regionale e nazionale, possono essere un utile riferimento per le amministrazioni locali nella proposta e gestione di attività ludiche, culturali, sociali e sono pronte a confrontarsi alla pari con chiunque voglia coinvolgerle con percorsi condivisi nelle attività tese a valorizzare e salvaguardare il patrimonio collettivo.

Più informazioni