Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Concorso interno

Cucina senza glutine e inclusione per l’Alberghiero Foresi

Per ognuna delle categorie la giuria ha premiato i primi tre piatti classificati.

Generico maggio 2022

Dall’Istituto Statale d’Istruzione Superiore “R. Foresi

Nell’ambito del progetto promosso dall’Associazione Italiana Celiachia Toscana “Fuori casa. A scuola con la celiachia per non farne una malattia”, giovedì 12 maggio gli alunni dell’Alberghiero Foresi si sono misurati in un concorso interno dedicato alla cucina senza glutine. Il contest è stato possibile grazie al lavoro di allestimento della sala e del servizio realizzati dagli alunni Alice Balducci, Giulia Lupi, Gabriel Scamardella, Viola Muroni e Sole Naranjo coordinati dalla prof.ssa Fortuna Sarappa e dall’assistente tecnico-pratico sig.ra Monica Dell’Aversano. Allo steso modo, in cucina hanno collaborato alla riuscita del concorso il prof. Gennaro Bellomo, ideatore dell’evento, il prof. Di Padova e l’assistente tecnico-pratico sig. Vincenzo Carlucci. La prof.ssa Roberta Di Biase ha invece curato la realizzazione degli attestati e dei taccuini utilizzati dai giurati per le valutazioni dei piatti.

La giuria, composta dalla Dirigente Scolastica prof.ssa Alessandra Rando, dalla prof.ssa Barbara Cecchini dell’I.C. “G. Carducci” di Porto Azzurro e Rio, dall’assessore all’Istruzione e alla Scuola del comune di Portoferraio Chiara Marotti ha selezionato i piatti realizzati dai ragazzi in concorso per tre categorie: “Primi piatti senza glutine”, “Dolci al cucchiaio senza glutine” e “Dolci del Caffè Brignetti senza glutine”. Quest’ultima categoria ha visto assoluti protagonisti i ragazzi del progetto per l’inclusione “Caffè Brignetti” supportati dagli insegnanti di sostegno professori Lillo Maurizio Bracco, Liborio Stuto, Alessandro Matteucci e dall’educatrice sig.ra Paola Rossi.

Per ognuna delle categorie la giuria ha premiato i primi tre piatti classificati oltre che con medaglie e coppe dell’oreficeria “Il Diamante” di Portoferraio, con un percorso degustazione per due persone presso il ristorante “Il Gastronomo” di Marciana Marina (primo posto), con un premio offerto dalla Tecnobar di Portoferraio (secondo posto), con un buono per due persone per un menù pizza, patatine fritte e bevanda presso il ristorante/pizzeria “Stella Marina” di Portoferraio (terzo posto). Per la categoria “Primi piatti senza glutine” il primo piatto classificato è stato “100% limone” di Simone Guglielmi (5 ENO), secondo classificato “La mia infanzia” di Lorenzo Battani (4 ENO), il terzo “Tera” di Filippo D’Ambra (4 ENO). Nella categoria “Dolci al cucchiaio senza glutine” il primo posto è andato a “Semisfera alla ricotta di capra con coulis di fragole e crumble di riso soffiato” realizzato da Martina Mastropietro (5 ENO), il secondo a “Lo scrigno del territorio” di Aurora Di Maggio (4 ENO), il terzo a “La caprese briaca” di Simone Abadelli (5 ENO). Infine, la giuria ha voluto premiare con un ex aequo i piatti realizzati dai ragazzi per la categoria “Dolci del Caffè Brignetti senza glutine”: il “Biscotto con crema al caffè” di Elena Gasparri (5 ENO), il “Biscotto con crema al cioccolato” di Francesco Guglielmi (4 ENO), il “Biscotto con crema alla nepitella e aleatico” di Lorenzo Grieco (4 ENO). I ragazzi del Caffè Brignetti hanno ricevuto un buono per due persone per un menù panino, patatine fritte e bevanda presso la paninoteca “La Tana del Falco” di Portoferraio.

Tutti i premi sono stati gentilmente offerti dalle aziende menzionate, a sottolineare la forza del rapporto fra la scuola e il territorio. Aspetto, questo, che non sfugge all’assessore Marotti che ha voluto sottolineare come l’Alberghiero sia un’eccellenza del territorio e come ciò sia emerso dall’amore per le proprie origini che i ragazzi hanno trasposto nei piatti realizzati senza glutine. “Il valore aggiunto della giornata” – aggiunge l’assessore Marotti – “è stata la partecipazione dei ragazzi del progetto per l’inclusione Caffè Brignetti, a dimostrazione di come la scuola possa essere davvero una comunità inclusiva in cui ognuno può mettere a frutto le proprie competenze e le proprie capacità”. Le fa eco la Dirigente Scolastica prof.ssa Alessandra Rando, soddisfatta per la centralità che i ragazzi hanno avuto nella realizzazione del concorso.

 

Più informazioni