LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Cronaca

Festa della Liberazione, le celebrazioni a Portoferraio

Zini: "Abbiamo voluto inserire nel programma anche la testimonianza di un rappresentante della Comunità Ucraina che ha toccato con mano le atrocità della guerra".

corona, alloro

Dal comune di Portoferraio

Dopo la rinuncia forzata degli ultimi due anni per l’emergenza Covid, l’amministrazione comunale torna a celebrare in modo tradizionale la Festa della Liberazione con una manifestazione in programma la mattina di lunedì 25 aprile alla presenza delle autorità civili e militari dell’isola e dei rappresentanti delle associazioni combattentistiche e d’Arma.

Questo il programma completo dell’evento al quale è invitata a partecipare tutta la popolazione:
ore 11,00: Molo Elba – Intervento musicale a cura della “Filarmonica G. Pietri” – Saluti ed allocuzione del Sindaco – Intervento a cura dell’ANPI – Intervento a cura della locale comunità Ucraina
ore 11,40: Piazza della Repubblica – Deposizione di corona di alloro al Monumento ai Caduti – Benedizione a cura del Parroco Don Sergio Trespi – Intervento musicale a cura della “Filarmonica G. Pietri”
ore 12,10: Largo Donatori di Sangue – Deposizione mazzo di fiori alla stele in memoria di Ilario Zambelli – Intervento musicale conclusivo a cura della “Filarmonica G. Pietri”.

“Torniamo finalmente a celebrare questa importante ricorrenza – dice il sindaco Angelo Zini – e a rendere omaggio a coloro che hanno combattuto ed in molti casi sacrificato la loro vita per dare alle nuove generazioni un futuro di libertà. Abbiamo voluto inserire nel programma anche la testimonianza di un rappresentante della Comunità Ucraina di Portoferraio che ha toccato con mano, recandosi nel suo Paese per portare aiuti umanitari, le atrocità della guerra. Atrocità che sono da condannare sempre e comunque. Mi sento in dovere di invitare tutta la popolazione ad assistere alla cerimonia con la speranza che la partecipazione possa essere numerosa”.