Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Romanzo

La scelta’: il nuovo romanzo di Walter Veltroni mai così attuale

Fu nostro ospite alla Marina nel 2016 quando, in una chiesa affollatissima gentilmente concessa dal parroco per un temporale improvviso,  ricevette il riconoscimento.

Da Jacopo Bononi-presidente – Premio Letterario La Tore Isola d’Elba

Se noi non smettiamo di pensare che il fascismo sia stato un incidente, noi non riusciremo ad avere gli strumenti per affermare compiutamente la meravigliosa bellezza della libertà, quella che oggi è messa in discussione anche in Ucraina. In libreria con il suo nuovo romanzo “La scelta” (Rizzoli, 2022) Walter Veltroni è stato ospite a ‘Che Tempo Che Fa’ domenica scorsa su Rai Tre. Leggiamo nella sinossi del libro: (…) Siamo a Roma, nei giorni afosi del luglio 1943. In una casa di un quartiere popolare, Margherita, quattordici anni, diventa donna e si sente sola. Suo fratello Arnaldo, diciottenne ribelle, è ormai lontano. La madre Maria cerca il cibo per sfamare la famiglia. Il padre Ascenzo, usciere all’agenzia di stampa Stefani, accudisce con devozione personale e politica il fascistissimo presidente Morgagni. Padre e figlio sono nemici. Nemici che si vogliono bene. Ma nemici. Margherita è smarrita, la paura che tracima dal cuore.Intanto arrivano giorni decisivi per il destino dell’Italia: la convinzione che la città eterna, con i suoi simboli, sia intoccabile va in frantumi. È luglio, il sole riscalda le strade, ma all’improvviso il cielo si oscura. A San Lorenzo piovono bombe. Mentre il mondo di prima scompare, ogni membro della famiglia De Dominicis deve fare i conti con un presente che scaglia l’uno contro l’altro. In sei giorni Roma è bombardata dagli Alleati e Mussolini cade. La Storia corre veloce e mette tutti con le spalle al muro. È, in ogni casa italiana, il momento della scelta. (…) Appena uscito il romanzo è già in testa alle classifiche della narrativa italiana e la cosa non può che farci piacere. Fu nostro ospite alla Marina nel 2016 quando, in una chiesa affollatissima gentilmente concessa dal parroco per un temporale improvviso,  ricevette il riconoscimento. Uomo di grande sensibilità e simpatia, ebbe un ‘feeling’ immediato con mio padre, da poco scomparso, cosa che lo rende ancora a me più vicino, se possibile. Edito da Rizzoli, il romanzo è un romanzo storico a tutti gli effetti e l’autore ne spiega il significato in una bella intervista che riportiamo sotto. L’attuallità del libro appare chiara laddove troviamo, anche lì come adesso, la minaccia di una guerra allora in corso da tempo, ma che avrebbe portato ad una ‘scelta’ appunto i protagonisti immaginati dallo scrittore in quei giorni del luglio del 1943, quando si sarebbe passati dal regime fascista alla fase post-fascista, ancora incerta, una ‘scelta’ tra regime e libertà, un conflitto tra due generazioni ossia padre e figlio nel romanzo: ‘tra due nemici che si amano’. Le doti di scrittore di Veltroni si uniscono da tempo a quelle di saggista e giornalista, oltre che a quelle di regista di successo. Invito a leggere il suo nuovo romanzo e spero che magari lo stesso autore, nelle vesti di regista, possa a breve farne una trasposizione cinematografica. Sarei in prima fila all’anteprima. Il Premio letterario La Tore, giunto alla sua diciottesima edizione e che è promosso da Franco e Lucia Semeraro e dall’Hotel Gabbiano Azzurro, nonché patrocinato dal Comune di Marciana Marina con la partecipazione della Pro-Loco marinese, vede anche quest’anno la sponsorizzazione di Acqua dell’Elba che acquisterà il quadro-premio di Wlter Puppo dedicato alla tragedia ucraina. Condurrà la serata come di consueto la giornalista dott.ssa Lucia Soppelsa, insieme con il prof. Angelo Filippo Rampini dell’Università di Brescia: non mancherà il consueto omaggio del dott. Marcello Bruschetti, presidente di Enoglam EVO.

 

 

Più informazioni