Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Paghe

Le paghe anni 50-60 del 1900, il “pagatore”

I giorni mensili per pagare erano il ventisette per l’acconto e l'undici per il saldo.

paghe (ph miniere di calamita capoliveri)

Dalle Miniere di Calamita Capoliveri Isola d’Elba

Mentre a Rio Marina, la distribuzione del salario ai lavoratori delle miniere avveniva negli uffici della Direzione Miniere, a Capoliveri, si faceva tramite il così detto “ pagatore”. Era chiamato così l’impiegato dell’ufficio paghe, che fino alla metà degli anni 1960 veniva da Rio Marina, per consegnare agli operai delle miniere di Calamita la busta paga e il corrispettivo in lire.

I giorni mensili per pagare erano il ventisette per l’acconto e l’undici per il saldo. L’operazione si svolgeva in una stanza in via Mellini messa a disposizione dalla famiglia Capocchi. Il “pagatore”, veniva con la macchina della Società, si metteva dietro un tavolo con le buste paga e il contante, mentre gli operai o qualche famigliare, muniti di apposito tesserino, ritirava l’importo. Oggi, un’operazione di questo tipo, fatta con tanta semplicità, senza opportune precauzioni, è impossibile immaginarla. La maggior parte degli operai o dei loro familiari aveva poca dimestichezza con lo scrivere, ma erano abbastanza preparati per fare i conti e controllare il foglio paga. Riuscivano a effettuare i controlli delle ore lavorative, cottimo, assegni familiari e scala mobile, valutando subito se il totale fosse esatto. Controllavano anche la voce ritenute, e si sentivano commenti rabbiosi, parole come; ladri, disonesti e altri epiteti che non è il caso scrivere, e poi, sventolando in aria la busta paga dicevano: “Questo mese 20 mila lire d’agguanti”, e via di nuovo la tiritera d’imprecazioni. Gli “agguanti”, sicuramente l’avrete intuito, erano le ritenute. Tutto questo avvenne fino a quando vi fu l’obbligo di aprire il Conto Corrente bancario. Le paghe degli operai in quel periodo erano stabilite dai contratti nazionali e dagli accordi aziendali e in base alle specializzazioni o livelli assegnati dalla società; variavano da 50-60 mila lire come paga base, mentre chi effettuava lavori a cottimo, poteva raggiungere anche le 80-90 mila lire.

Più informazioni