Quantcast
Portoferraio: esposto il secondo maxi poster del progetto IN-iTINERE - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Giornata odierna

Portoferraio: esposto il secondo maxi poster del progetto IN-iTINERE

Generico febbraio 2022

Il secondo maxi-poster del progetto IN-iTINERE è stato esposto a partire da giovedì, 3 febbraio, presso lo spazio n. 10 sulla Provinciale che da Portoferraio va in direzione Procchio con l’artista contemporaneo marinese Walter Puppo che presenta una installazione in acciaio e alluminio dal titolo “Installazione con tre cellule”, cm 200 x 300 presentata all’Evento Assonanze – Dissonanze, Palazzo Ghirlanda Brugherio (MB), 2021.

(Ricordiamo che il progetto INiTINERE ha avuto la luce a Marzo 2021 grazie al Sindaco, Angelo Zini e all’Assessore alla Cultura, Sig.ra Nadia Mazzei. Coniuga in una formula semplice: Mostra di Arte Pubblica, Decoro urbano, Promozione turistica. Angela Galli ne è l’ideatrice e Direttore artistico e Massimo Zottola Direttore tecnico).

L’artista dice di sè:

Le mie Cellule

«Dal 1991 la mia ricerca artistica si svolge sul tema delle cellule, dopo un periodo figurativo ed uno astratto/informale, vengo attratto dai ‘ciottoli’, sassi e pietre presenti nell’isola.

Come tanti artisti ci leggo sfumature, segni e vitalità.

Questa forma ovale non perfetta inizia a presentarsi nelle mie opere, la forma è solamente un mezzo per esprimere poesia e bellezza con la sensibilità e la forza dei colori.

Concettualizzando questo iniziale progetto mi viene facile pensare alla cellula, che nasce e si moltiplica, fin da subito parlo di cellule poetiche, e inizio a creare un mio mondo. In questi ultimi trent’ anni di lavoro sviluppo in questa forma più di 3.000 opere. Cellule che da un piccolo disegno a lapis si moltiplicano in forme dai più svariati supporti e immaginazioni: installazioni di light box, elaborazioni foto/digitali, quadri fino ad arrivare alle Cellule/Sagome dove l’opera non è più inserita in un riquadro sia esso un quadrato o un rettangolo ma la stessa cellula prende corpo sul ‘supporto’ architettonico o naturalistico che la contiene diventando opera pubblica. Creo così, ad oggi, sculture e installazioni con vari metalli, vedi l’opera permanente in piazza Fuor di Porta a Marciana e l’installazione di INiTINERE che presento come immagine a “Città di Portoferraio per l’Arte”».

Riportiamo il Sonetto dedicato alle Cellule di Walter Puppo del poeta elbano-marinese e intellettuale della caratura internazione Manrico Murzi:

È dello spirito casta geometria

quel porre di scogliere i rudimenti

in forma di testuggine, e magia

del bel colore portato dai venti

È del mare grammatica sonora

quel globo azzurro di squarcio visivo

mentre nell’acqua il cielo si addolora

per l’arriccio del colpo in arrivo

È della cava roccia il gran respiro

di quarzo giallo e di ematite rossa

carne dell’Elba e volto del mistero

È di battigia il palpito ciarliero

dei sassi come chicchi e come ossa

a far musica e danza a capogiro

Walter Puppo è un artista instancabile, fecondo e ingegnoso. Si muove con agio sin dall’inizio della sua carriera artistica in contesti internazionali partecipando a Fiere Internazionali e a esposizioni in Gallerie tra Francia, Germania, Belgio, Olanda e Svizzera. Diplomato in pittura all’Accademia di Belle Arti di Firenze nel 1984, ha iniziato ad esporre nelle gallerie fiorentine dal 1983 con una delle prime mostre nella storica Galleria Indiano di P. Marini.

Nel 1991 al Museo Luigi Pecci di Prato a cura di G. Semeraro vengono presentate le prime ‘Cellule’, delle quali una viene acquisita per la collezione permanente su segnalazione del direttore A. Barzel.

Nel 1998 a cura di B. Corà la ‘Cellula’ della collezione viene inserita nel prestigioso catalogo del Museo Pecci, altra esposizione nel 1998 a Firenze alla Galleria La Corte dei Coverelli a cura di R. Tempestini.

Negli anni fino al presente è attiva la collaborazione con la Galleria Immaginaria di Firenze con presentazione anche in importanti Fiere d’Arte Internazionali. Nel 2001 risiede per tre mesi a Villa Romana importante istituzione tedesca a Firenze con mostra finale nella limonaia, a cura di J. Burmaister.

Nel 2003 una importante personale con catalogo a cura di C. Sisi e S. Ragionieri al Museo Marino Marini – Firenze.

Nel 2004 e 2005 una grande installazione di light box/cellule viene presentata in due collettive a cura di A. Sanna al Museo Masedu di Sassari e al museo Ex-Ma di Cagliari. Nel 2010 S. Pezzato direttore della collezione del Museo L. Pecci di Prato lo seleziona per una importante mostra a Livorno al Museo Villa Mimbelli.

Nel 2011 una importante opera ‘Polittico Cellule’ viene accettata in donazione dal Museo Casa Masaccio a San Giovanni V. no (AR).

Vive e lavora all isola d’Elba, Milano e Firenze. (Mail: walter@walterpuppo.com, tel: 339 7019566

Atelier: Via dei Canacci, 10/A Firenze

Più informazioni