Quantcast
Marciana Marina: sì dal consiglio al Piano Operativo Comunale - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Consiglio comunale

Marciana Marina: sì dal consiglio al Piano Operativo Comunale

Nella stessa seduta è stato approvato il programma valorizzazione e restauro Torre degli Appiani.

Marciana Marina, convocato il Consiglio Comunale

Dall’amministrazione comunale di Marciana Marina

Il Consiglio Comunale del 20 gennaio scorso ha approvato all’unanimità il Piano Operativo Comunale, strumento urbanistico che individua e disciplina gli interventi di tutela, valorizzazione e trasformazione del territorio. Dopo l’ultima di tre sessioni di Conferenza Paesaggistica e le modifiche e integrazioni derivate dalla stessa, lo strumento è arrivato alla stesura definitiva. La delibera e gli atti allegati saranno trasmessi agli Enti competenti per il rilascio della conformazione che consentirà la pubblicazione sul Burt, trascorsi i 30 giorni di pubblicazione il POC sarà efficace. Ringraziamo lo staff dell’Arch. Parlanti e il Geom. Navarra dell’Ufficio Tecnico Comunale per il lavoro svolto e nell’occasione ci teniamo a ricordare che questo procedimento era seguito personalmente dall’Assessore Giovanni Martini e l’averlo concluso per noi ha un doppio valore.

Nella stessa seduta è stato approvato all’unanimità anche il “Programma di valorizzazione per progetto definitivo-esecutivo riferito al restauro e risanamento conservativo della Torre degli Appiani”, ultimo atto propedeutico richiesto per il passaggio del bene al patrimonio comunale. Questo percorso è partito con il primo incontro avuto con il Dott. Pasqualetti dirigente dell’Agenzia del Demanio e l’Arch. Boschi della Soprintendenza all’indomani della caduta del fulmine sulla sommità della Torre, evento che ha procurato un danno importante ma al tempo stesso ci ha obbligato a focalizzare l’attenzione sul futuro del bene.

Hanno collaborato al progetto di valorizzazione: l’Arch. Pastorelli per la parte tecnica relativa al restauro conservativo, con l’apporto dello studio dell’Università degli Studi di Firenze commissionato dalla precedente Amministrazione; la Dott.ssa Megale e il Dott. Paperini dello studio Past in Progress si sono occupati della parte inerente la valorizzazione e l’analisi economica dettagliata circa la sostenibilità a medio-lungo termine. Dopo l’ultimo tavolo tecnico del 22 novembre u.s. con Agenzia del Demanio, Soprintendenza e Segretariato Regionale del MIBACT si è palesata la volontà di tutti gli attori di chiudere positivamente questo percorso e la delibera di Consiglio Comunale del 20 gennaio costituisce l’ultimo passaggio per l’acquisizione della Torre.
Nonostante le difficoltà di questi percorsi così articolati che hanno coinvolto molti Enti, l’Amministrazione è soddisfatta dei traguardi raggiunti nell’interesse della collettività.