Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Sanità

“Servizi rafforzati all’Isola d’Elba”

Dallo scorso 20 dicembre nei comuni di Campo nell'Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina e Rio è attivo il servizio dell’infermiere di famiglia e di comunità.

dottore, medico, medicina

Dall’Azienda Usl Toscana nord ovest

Con riferimento alla situazione sanitaria dell’Elba, l’Azienda USL Toscana nord ovest evidenzia che sono numerosi gli interventi in corso sul territorio isolano, a rappresentare una situazione molto dinamica e tutt’altro che “ferma al palo”.

Intanto dallo scorso 20 dicembre nei comuni di Campo nell’Elba, Capoliveri, Marciana, Marciana Marina e Rio è attivo il servizio dell’infermiere di famiglia e di comunità. In questa prima fase vede interessati un totale di circa 20.000 abitanti e nei prossimi mesi l’attività sarà estesa anche al territorio del comune di Portoferraio. Il nuovo modello, nel rispetto della territorialità e della prossimità, prevede l’affidamento ad ogni professionista di una parte di popolazione identificato geograficamente; già in queste prime settimane di attivazione, i cittadini hanno potuto contare sulla presenza nel territorio di 8 infermieri di famiglia e comunità, che rappresentano per ciascun assistito e familiare un sicuro e costante punto di riferimento per orientare l’utenza nei percorsi socio sanitari.

Nell’ultimo periodo è stato poi acquisito nuovo personale infermieristico che consentirà di ricollocare i posti letto dell’ospedale di comunità, attualmente integrati nel setting di area chirurgica, nella sua sede originaria. Nonostante le difficoltà legate alla forte ripresa dei casi di Covid e anche alle numerose assenze del personale, lo spostamento e la ripresa delle attività nella collocazione originaria è previsto già per questo fine settimana.

Inoltre in questi giorni ha preso avvio la formazione del personale infermieristico che sarà coinvolto nell’attivazione del servizio sperimentale di automedica. Ciascuno dei sei professionisti, individuati attraverso specifica selezione aziendale, sarà coinvolto in un percorso formativo intensivo presso il servizio 118 della zona Versilia, con la supervisione di operatori esperti nel campo dell’emergenza.

Il nuovo servizio, che sarà possibile attivare grazie all’acquisizione di ulteriori 6 nuovi infermieri, prenderà l’avvio nel prossimo mese di marzo e sarà costantemente monitorato periodicamente nell’ambito della durata prevista.

Questi solo alcuni degli interventi in corso, nell’ambito di una complessiva azione di rafforzamento della rete dei servizi sull’Isola d’Elba, portata avanti dall’Azienda USL Toscana nord ovest, nonostante le ormai note difficoltà legate all’acquisizione di personale.