LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Giovedì sera

Teatro dei Vigilanti: giovedì lo spettacolo “Cosa nostra spiegata ai bambini”

Con Ottavia Piccolo e l'orchestra multietnica di Arezzo.

ottavia piccolo e orchestra multietnica

Scritto dall’ufficio stampa del comune di Portoferraio

Giovedì 13 gennaio ore 21.15, si riapre il sipario del Teatro dei Vigilanti – Renato Cioni , per accogliere il primo spettacolo della rassegna teatrale serale di questo nuovo anno appena iniziato.

Ottavia Piccolo accompagnata dall’Orchestra Multietnica di Arezzo porterà in scena lo spettacolo “Cosa nostra spiegata ai bambini” di Stefano Massini.

“Il teatro ha sempre fatto questo, si è rivolto alla comunità e ha raccontato gli esseri umani, i loro problemi, le grandi battaglie. Naturalmente ci sono diversi tipi di teatro e sono tutti importanti, però sono parecchi anni che preferisco parlare di argomenti che sento vicini a me, a partire dalle donne visto che sono una donna….”Il teatro non deve dare delle risposte ma fare delle domande, mettere nella testa della gente dei piccoli quesiti e la voglia di continuare a pensare al fatto che questo nostro mondo ha molte cose sbagliate e che dipende da noi farle funzionare. Questo aspetto del mio lavoro mi piace molto”. (Ottavia Piccolo)

A volte, per spiegare le cose, dovremmo solo cercare le parole. Trovarle. Infine dirle, ad alta voce. La cosa più semplice. Raccontare ad esempio di come a Palermo, il 19 aprile 1983, per la prima volta nella storia della città, una donna, Elda Pucci, la Dottoressa, è eletta Sindaco. Raccontare infine di come a distanza di ancora un anno, il 20 aprile del 1985, la casa di Piana degli Albanesi di Elda Pucci salta in aria spinta da due cariche di esplosivo. E la città di Palermo che per la prima volta, durante il mandato di Elda Pucci, la Dottoressa, si costituisce parte civile in un processo di mafia.

Se riuscissimo a spiegare Cosa Nostra come ai bambini, tutto sarebbe diverso. Eppure le parole più semplici, a volte, sono quelle più difficili da trovare, quelle che solo il teatro riesce a dire. Un’attrice, un ensemble di voci, il palcoscenico: la storia di una donna, di una città, di un anno.

Ottavia Piccolo e i Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo tornano a confrontarsi in scena con le parole di Stefano Massini, a dare forma e struttura a un teatro necessario, civile, in cui il racconto dell’etica passa attraverso le parole, i timbri e le azioni di coloro che spesso non hanno voce.
PREVENDITA BIGLIETTI: da sabato 8 a giovedì 13 gennaio, presso Infopoint di Portoferraio. Info 0565 193 3589
Orari di prevendita: 8.30 – 12.30 – 16.00 – 18.30
Prezzo biglietti: platea € 20, palco € 15, palco ridotto €10

Più informazioni