Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto
Attesa per il cdm

Al lavoro solo se vaccinati o guariti, attesa per il nuovo decreto

Dal 10 gennaio, in ogni caso, il Super green pass sarà obbligatorio pressoché ovunque, tranne che nei negozi e nelle pertinenze dei servizi essenziali.

Rio, servizio di diagnostica Covid in tempo reale e rilascio di certificati Green Pass

L’obbligo del Super green pass per tutti i lavoratori potrebbe diventare realtà a metà della settimana quando il Consiglio dei Ministri si riunirà per affrontare una fase particolarmente delicata della cosiddetta “quarta ondata”. Il presidente Draghi sarebbe intenzionato a percorrere per far fronte al vertiginoso aumento dei contagi: non esattamente un vero e proprio obbligo vaccinale come quello in vigore per lavoratori della sanità, della scuola e delle forze dell’ordine, ma un certificato verde, più facile da controllare, che escluda però la possibilità di entrare con un tampone. Dovrà vincere la resistenza di M5S e Lega e alla fine si potrebbe arrivare a determinar l’obbligo di un green pass rafforzato inizialmente solo per i dipendenti pubblici che fanno lavoro a contatto col pubblico, poi via via per le altre categorie.

Dal 10 gennaio, in ogni caso, il Super green pass sarà obbligatorio pressoché ovunque, tranne che nei negozi e nelle pertinenze dei servizi essenziali. Sarà obbligatorio il certificato verde rafforzato per salire su treni, bus, metro e tutti gli altri mezzi di trasporto, mangiare nei locali all’aperto (oltre che in quelli al chiuso, come già previsto), per entrare in alberghi, andare a fiere, impianti sci e tanti altri luoghi di socialità e svago. E visto che saranno obbligatorie in molti casi, soprattutto sui mezzi pubblici, il commissario per l’emergenza Francesco Figliuolo, d’intesa con il ministro della Salute, siglerà nel mese di gennaio un protocollo con farmacie e rivenditori autorizzati per calmierare il prezzo delle mascherine Ffp2 fino al 31 marzo (come già accade per le mascherine chirurgiche, che hanno un prezzo fissato a 50 centesimi). Il governo monitorerà l’andamento dei prezzi, che potrebbero aggirarsi tra i 50 centesimi (la catena della grande distribuzione Coop ha annunciato questo prezzo di vendita) e un euro.

Più informazioni