LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Scompare Alessandro Benti, il cordoglio dell’Amministrazione Comunale di Campo

Scritto da Comune di Campo nell'Elba

Scompare Alessandro Benti, il cordoglio dell'Amministrazione Comunale di Campo

E’ morto oggi, mercoledì 10 novembre, Alessandro Benti, 67 anni, per 40 anni Vigile Urbano nel Comune di Campo nell’Elba. I colleghi, gli amici e tutta la Comunità campese lo ricordano con grande affetto perchè Alessandro era una persona buona, sempre gentile, disponibile e riservata. Era in pensione dal 2016 e la sua morte ha colto di sorpresa tutti quelli che lo conoscevano. “Era un uomo equilibrato e sempre in grado di portare una soluzione ai problemi – racconta Silvano Mortula, amico, collega e per alcuni anni anche suo responsabile – . Professionalmente molto preparato, preciso e competente nel suo lavoro. Alessandro amava la pesca, il calcio ed era appassionato di politica. Ha curato per anni la parte della Polizia Amministrativa dimostrando sempre una grande dedizione per il suo lavoro. Questa scomparsa mi addolora profondamente”.

La notizia della morte di Alessandro Benti, arrivata negli uffici comunali nel pomeriggio ha scosso tutti quelli che lo conoscevano, in particolare i colleghi della Polizia Municipale che hanno lavorato con lui negli ultimi anni prima della pensione. “Sono andato a scuola con lui – ha ricordato Silvano Mortula, oggi anche assessore del Comune – abbiamo fatto insieme la scuola media. Era un bravo calciatore, da giovane aveva giocato nell’Audace e poi anche nella Campese. Era un tifoso appassionato dell’Inter. Aveva fatto il militare nella Folgore, poi aveva vinto il concorso di Vigile prendendo servizio prima a Marciana e poi a Campo. Anche il suo babbo Giovanni era stato un Vigile urbano “.

Chi lo conosceva bene sapeva quanto era grande il dolore che Alessandro portava dentro di sè dopo la morte della moglie Mariella scomparsa 9 anni fa. La donna era molto conosciuta perchè gestiva il ristorante “Il Cacciucco” nel centro di Marina di Campo. Nonostante quella perdita terribile non aveva mai perso il sorriso e fino a qualche settimana fa era spesso a dare una mano al figlio Giacomo al suo ristorante alla Foce. Un padre attento e affettuoso, pronto in ogni occasione ad aiutare i suoi ragazzi Giacomo e Gianluca con quegli occhi neri che si lluminavano sempre alla vista dei suoi due nipotini.

Tutta l’Amministrazione e l’intera Comunità campese si stringono intorno al dolore della mamma Edda, dei figli Giacomo e Gianluca, dei familiari e di tutti quelli che gli hanno voluto bene.