LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’Istituto Alberghiero Foresi partecipa alla “Settimana delle Castagne” di Marciana e Poggio

Scritto da Istituto Statale d'Istruzione Superiore “R. Foresi”

L'Istituto Alberghiero Foresi partecipa alla “Settimana delle Castagne” di Marciana e Poggio

In occasione della “Settimana delle Castagne” (23-31 ottobre 2021) organizzata dal comune di Marciana, le ragazze della IV ENO del Foresi, Aurora Di Maggio e Aurora Mazzei, supportate dal prof. Gennaro Bellomo (cucina), hanno partecipato sabato 23 ottobre al 15esimo Concorso Gastronomico Nazionale Marroni, Castagne e Farina di Castagne: I Dolci. Le studentesse, aiutate dai loro compagni di sala, si sono classificate prime.
Il piatto in concorso, Prima nevicata sul castagneto del monte Capanne, è stato presentato con l’intenzione di esprimere allo stesso tempo la bellezza del territorio elbano, che include paesaggi montani unici, caratterizzati da un’esclusiva vista sul mare, e i ricordi d’infanzia radicati nella memoria delle studentesse. “Attraverso il nostro dolce vogliamo proporre un’esperienza personale” – dicono Aurora Di Maggio e Aurora Mazzei della IV ENO del Foresi– “ovvero riportare chi lo degusterà all’atmosfera intima e familiare della raccolta delle castagne, un momento di gioia della nostra infanzia”. Questo incontro tra promozione del territorio e memorie personali si realizza nella combinazione di tradizione e innovazione. Basta gettare un rapido sguardo sugli ingredienti e sulla tecnica di preparazione del dolce. Gli ingredienti utilizzati rappresentano infatti un viaggio tra le eccellenze della produzione enogastronomica elbana, a sottolinearne la ricchezza e la varietà: dalle castagne e melagrane del Poggio (Marciana), al miele biologico dell’azienda agricola Martino (Portoferraio), dall’aleatico DOCG dell’azienda agricola Le Sughere (Rio Marina) allo stracchino dell’azienda agricola e casearia Il Caprile (San Piero in Campo/La Pila). Nella tecnica di preparazione le ragazze della IV ENO hanno puntato sul binomio innovazione e creatività. Dopo aver essiccato e frullato la buccia delle castagne, per restituire alla vista le pendenze del monte Capanne, dall’essiccatura hanno estratto la farina di castagne alla base del dolce. Dopodiché, per simulare la neve, hanno preparato lo zucchero filato. Infine, per richiamare alla memoria olfattiva e visiva della preparazione delle caldarroste nelle sagre autunnali dedicate alle castagne, hanno racchiuso sotto una campana il fumo prodotto dall’affumicatura della corteccia. Il risultato, commenta il professor Gennaro Bellomo “è un viaggio visivo e olfattivo nel gusto antico ma aperto alla ricerca delle castagne”. Esprime soddisfazione per il risultato ottenuto la Dirigente Scolastica prof.ssa Alessandra Rando, che sottolinea come il lavoro delle studentesse valorizzi la relazione tra la scuola e le attività produttive elbane del settore enogastronomico.

Istituto Statale d’Istruzione Superiore “R. Foresi”