Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Dissalatore, lettera aperta di Barbetti all’Autorità Idrica Toscana

Scritto da Ruggero Barbetti

Dissalatore, lettera aperta di Barbetti all'Autorità Idrica Toscana

Lettera aperta all’Ing. Lorenzo Maresca (Autorità Idrica Toscana)

Attualmente mi sento un politico in panchina (anche se mi alleno e studio le dinamiche elbane). Del resto sono quasi 3 anni che non sono più sindaco e sento che però si continua a parlare di me, spesso in modo sbagliato e allora sono costretto a difendermi dalla disinformazione imperante intervenendo sulla stampa.
D’altra parte basta ricordarsi della citazione attribuita a Gobbels, uno dei più importanti gerarchi nazionalsocialisti e Ministro della Propaganda del Terzo Reich: “Ripetete una falsità cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità”.
Mi era già capitato quando sarei dovuto diventare Presidente del Parco e per arrestare la mia nomina anche il Presidente della Regione dichiarava che non poteva ricoprire quella carica un sindaco che era stato contro il Parco e che aveva partecipato alle manifestazioni contro la sua istituzione. Sfido chiunque a trovare una mia dichiarazione contro il Parco oppure una mia partecipazione ad una manifestazione contro la sua istituzione. In compenso ho dovuto ricoprire per oltre 4 anni la carica di Commissario dato che, negli incontri per trovare l’intesa, l’allora Presidente della Toscana Martini diceva al Ministro: “Tutti fuorchè Barbetti” e Matteoli chiaro chiaro gli rispondeva “Barbetti o nessuno”.
E così l’incontro si concludeva in pochi minuti…
Anche per quanto sopra scrivo questa lettera aperta all’Ing. Lorenzo Maresca, che conosco personalmente e che ritengo tecnico e persona preparata, seria e corretta, chiedendogli di provvedere a modificare la sua dichiarazione fatta nell’ultima Conferenza dei Servizi, laddove dice testualmente che:
Sulla previsione del dissalatore sull’isola, Lorenzo Maresca sottolinea che l’impianto è previsto sin dal 2011 con un Accordo di Programma sottoscritto anche dal Comune di Capoliveri“.
Ebbene questa è una di quelle falsità di cui sopra, sicuramente detta in buona fede e su cui sono già intervenuto più volte sulla stampa e su questo sfido l’Ing. Maresca a presentare quel documento del 2011 con la firma del Comune di Capoliveri.
Di Montagna non me ne frega nulla ma qui c’è da difendere l’onore di una istituzione che è il Comune di Capoliveri a cui non si possono addebitare comportamenti o dichiarazioni false che ne stravolgono la vera attività politico/amministrativa.
Perchè nel documento, nel punto che riguarda il Verbale della Conferenza Istruttoria si da atto sia dell’assenza del Sindaco di Capoliveri che del fatto che “ha però comunicato di Riservarsi la firma del documento in una fase successiva”, cosa che non è mai più avvenuta..
Per la comodità di tutti, il suddetto Accordo lo allego io a questa lettera aperta così come allego anche un documento che è una relazione sullo stato di attuazione dell’Accordo di Programma del 2011 tra i Comuni dell’Elba e della Val di Cornia in cui viene riportato il contenuto di una riunione svoltasi a Portoferraio in data 19.02.2015 in cui veniva fotografata la situazione a quel momento. 

Vi viene testualmente riportato: ‘Il responsabile dell’Accordo di Programma concludeva il verbale dell’incontro come segue: a) si invita il Sindaco di Portoferraio a contattare nuovamente il Sindaco di Capoliveri per cercare di sbloccare la realizzazione delle opere dell’impianto di dissalazione, come anche l’installazione dell’addolcitore”’. 

Resto cortesemente in attesa di una correzione in autotutela del verbale o comunque di una dichiarazione da parte dell’Ing. Maresca.

Documento 1

Documento 2

Ruggero Barbetti