LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sanità, le criticità del Pronto Soccorso elbano

Scritto da Gruppo Miglioriamo l’ospedale Elbano

Sanità, le criticità del Pronto Soccorso elbano

Dall’azienda ASL Toscana Nord Ovest, solo proclami e promesse non mantenute, e chi ne paga le conseguenze è sempre l’utente finale.

Dopo le denunce del nostro gruppo, del consigliere regionale d’opposizione Landi, e di Semeraro, comitato Elba Salute, siamo qui, ancora una volta, a segnalare una situazione incresciosa e incredibile allo stesso tempo.

Sarebbero quasi 30, i turni scoperti tra mattine, pomeriggi, raddoppi e 118, nel pronto soccorso elbano durante il mese di Agosto. Già, parliamo di Agosto non di novembre o gennaio. E poiché all’azienda ASL Toscana Nord Ovest premono tanto i numeri, bè allora dovrebbe rendersi conto in quale situazione caotica e pericolosa sta facendo lavorare il proprio personale perché gli accessi al pronto soccorso sono in aumento vertiginoso, tanto da rasentare numeri da capogiro. Oltre 100 quelli giornalieri tra il 10 e 11 agosto, parrebbe con un solo medico di turno e con paziente covid in attesa in apposita sala. Tre soli infermieri, di cui uno impegnato costantemente al triage e uno per i pazienti covid. E queste dovrebbero rappresentare le famose azioni anti-covid? La corretta applicazione dei protocolli di sicurezza? Mancanza di medici di base, mancata istituzione della Casa della Salute, mancanza di medici e di infermieri, che cosa ci dobbiamo aspettare ancora?

Gruppo Miglioriamo l’ospedale Elbano