Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Portoferraio, “un solo medico al Pronto Soccorso. E’ caos.”

Francesco Semeraro: "E' il servizio di emergenza-urgenza che può salvarci la vita".

Portoferraio, "un solo medico al Pronto Soccorso. E' caos."

Ieri pomeriggio 9 agosto 2021 con una ventina di persone in attesa all’esterno del P.S. e una decina circa già all’interno in visita, vi era SOLO UN MEDICO DI SERVIZIO (in altri ospedali con lo stesso numero di presenze sarebbero stati almeno 3) perché il raddoppio non è stato programmato forse ritenuto da qualcuno delle alte sfere non indispensabile anche se sull’Isola si stima la presenza di 250/270 mila presenze.

Quel solo medico oltre alle vere urgenze che ha dovuto trattare, ha dato anche risposte cliniche e prescritto terapie ai molti accessi impropri che se avessimo avuto la tanto promessa “Casa della Salute” forse qualche accesso in meno ci sarebbe stato. Sempre quel SOLO MEDICO ieri pomeriggio pare che abbia gestito, con preparazione strumentistica e vestiaria, anche un caso di Covid.

I Sindaci sanno che con la loro disattenzione sanitaria i Cittadini Elbani passano intere giornate per una visita urgente (almeno lo dovrebbe essere) dai medici dell’emergenza? Sanno anche che il personale sanitario dopo due o tre turni di lavoro accusa stress e stanchezza (non aggiustano biciclette ma curano persone) condizioni per le quali possono anche sbagliare una diagnosi e relativa terapia? (l’INAIL non vede tutto questo?) I Sindaci sanno che sono i primi responsabili della salute della propria Comunità?

MENTRE SCRIVIAMO, abbiamo saputo che anche stamani 10 agosto 2021 al Pronto Soccorso con molte persone già in attesa anche stavolta c’è un solo medico di servizio perché il raddoppio non è stato programmato. Ci è stato anche detto che anche domani 11 agosto stessa situazione…un solo medico. E’ FOLLIA e IRRESPONSABILITA’ ACCETTARE QUESTA SITUAZIONE.

La mancanza di programmazione per tempo (inizio anno) e il non modo di attrarre medici di emergenza, guardie mediche territoriali e turistiche, danno come risultato queste difficoltà che penalizzano l’intera Comunità Elbana nell’indifferenza totale.

Comitato Elba Salute.

(Francesco Semeraro)