LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’ordinanza del TAR Toscana restituisce “Il Caloncino” alla proprietà Hotel La Stella

Scritto da Hotel La Stella

L'ordinanza del TAR Toscana restituisce "Il Caloncino" alla proprietà Hotel La Stella

Il 15 luglio 2021, il TAR TOSCANA ha emesso l’ordinanza 424-2021 la quale restituisce il Caloncino ai proprietari dell’Hotel La Stella. In attesa della decisione finale – che sarà ad ottobre – le particelle in via di esproprio ritornano ai proprietari e l’esproprio avanzato dal Sindaco Montauti di Campo nell’Elba è temporaneamente inefficace.

Lo scorso novembre un consiglio comunale “di emergenza”, senza la presenza della minoranza dei consiglieri, vota per l’esproprio di 4 particelle che sono sempre state di proprietà dell’Hotel La Stella.

La decisione del Comune di Campo nell’Elba di procedere attraverso l’esproprio segue un diniego immotivato di maggio 2020 per un “PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE” di tutta l’area detta “Caloncino” progetto che l’Hotel La Stella aveva avanzato nel 2019 e che aveva avuto l’approvazione del Sindaco Montauti e una SCIA consolidata.

Il Progetto di Riqualificazione, con un preventivo di oltre Euro 100.000 tutto a spese della proprietà Hotel La Stella, prevedeva la sistemazione, messa in sicurezza e l’abbellimento di tutta l’area Caloncino da lungo tempo abbandonata e disastrata. Garantiva per tutto l’anno il posto barca ai natanti di Seccheto- che detto da loro dovevano essere 5, ma il posto era garantito a circa 7-10 natanti -, la messa in sicurezza dello scivolo per le barche e del pontile, la sistemazione della scogliera per potere fare il bagno tutte le persone non solo i clienti dell’Hotel, sistemazione del muraglione di cemento decadente con un rivestimento di sassi locali, un argano alimentato dalla proprietà per tirare le barche a secco sul “Porticciolo” – zona che la proprietà con spirito di buona convivenza aveva proposto di sacrificare alle barche invece che ai propri usi -, un corridoio di lancio sorvegliato e regolato, illuminazione per la passeggiata notturna, fioriere, manutenzione della zona.

Tutto questo come stabilito negli accordi del 19 agosto 2019 con l’Amministrazione Comunale e i proprietari di alcune imbarcazioni.

In “cambio” per tutto questo la proprietà chiedeva la regolamentazione del passaggio delle auto sulle aree in proprietà privata e dei natanti a motore che, fuori da ogni regola, causano disturbo alle molte persone e bambini che circolano a piedi e pericolo per l’incolumità personale della balneazione derivante dalla ripetuta concessione di corridoi di lancio per attivita’ diving che occupano tutto il fronte mare dell’Hotel.

Per interessi di pochi noti, invece, la presente Amministrazione ha rinunciato al beneficio dei lavori di bonifica che l’Hotel La Stella si sarebbe accollato in favore della comunità Secchetana e inoltre sceglie la via dell’esproprio di quattro particelle frontemare che sono essenziali per il buon funzionamento di un’azienda frontemare quale è l’Hotel La Stella sin dagli anni ’50.

Così facendo, il Sindaco Montauti ha lanciato una guerra legale che costa alla comunità non solo la sistemazione totale dell’area a suo beneficio, lavoro che a quest’ora sarebbe completato, ma causa anche un danno economico sia alla comunità che all’Hotel La Stella costretti entrambi a portare in Tribunale la questione che si sarebbe potuta risolvere in tuttl’altre sedi con benefici di tutti.

L’Hotel La Stella è sempre pronto a trovare una soluzione, ma per farlo bisogna essere in due.

Un passo in tal senso, dopo l’ordinanza, spetta anche all’Amministrazione Comunale di Campo nell’Elba.

Le porte sono aperte.

Hotel La Stella