Quantcast
Vaccini, Landi (Lega): "No a Green Pass fino a quando chi vorrà non avrà terminato il ciclo" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Vaccini, Landi (Lega): “No a Green Pass fino a quando chi vorrà non avrà terminato il ciclo”

Scritto da Marco Landi

Vaccini, Landi (Lega): "No a Green Pass fino a quando chi vorrà non avrà terminato il ciclo"

“Ultima per somministrazione completa, terzultima per rapporto tra dosi consegnate e dosi somministrate. Nonostante i toni trionfalistici e le autocelebrazioni la Toscana continua ad avere tristi primati nella campagna vaccinale e corre il rischio di essere la prima ad entrare in zona gialla anche con i nuovi parametri su cui sta lavorando il Governo. La Regione acceleri sulla campagna e si opponga a decisioni che penalizzerebbero chi vorrebbe vaccinarsi ma non riesce a farlo a causa delle inefficienze della Regione”.

Lo scrive Marco Landi, consigliere regionale della Lega e portavoce dell’Opposizione in Consiglio regionale commentando i dati del report del Governo aggiornati a stamani.

“Siamo il fanalino di coda per numero di persone che hanno terminato il ciclo vaccinale con il 42,64%, contro, solo per fare un esempio, il 53,81% del Lazio e con una media nazionale del 48,06%. Di poco meglio va nella classifica relativa al rapporto tra dosi consegnate e somministrate: 88,9%, contro il 95,2 della tanto vituperata Lombardia e ben sotto la media nazionale del 92,2%. Dati incontrovertibili e che confermano le mille falle del modello toscano messe in evidenza dalla Lega e dal Centrodestra tutto. Nel frattempo il ministero della Salute sta pensando di rivedere i parametri: si passa in zona arancione con un’incidenza settimanale compresa tra 50 e 149 e un tasso di occupazione dei posti letto del 5% in intensiva e del 10% nei reparti ordinari. Oggi siamo al 2%, ma ricordo che la Toscana sin dall’inizio della pandemia ha registrato un tasso di ospedalizzazione in intensiva molto più alto della media nazionale. Come auspico con la mozione che sarà discussa martedì, la Regione chieda che valga il solo parametro dell’ospedalizzazione e con percentuali più alte, e dica un fermo no alla green pass per bar e ristoranti fino a quando non sarà data a tutti coloro che lo vogliono la possibilità di vaccinarsi”, conclude Landi.