LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il problema dei marciapiedi “non percorribili” portoferraiesi

Scritto da Riccardo Ancillotti

Il problema dei marciapiedi "non percorribili" portoferraiesi

Sono passate numerose amministrazioni al Palazzo della Biscotteria e tutte hanno ignorato il problema dei marciapiedi portoferraiesi.

Ne ho presi due ad esempio, il primo è quello che davanti al cantiere navale Esaom va in direzione degli imbarchi ( Viale Tesei ) quest’ultimo è stretto e sconnesso costringendo i pedoni, chi ha un passeggino, una valigia o un disabile in carrozzina, a passare in mezzo alla strada, minando la sicurezza dei pedoni e degli automobilisti.

L’altro marciapiede è sito in Loc. Albereto ( Via Sandro Pertini ) lo spazio c’è ma è invaso da canne, vegetazione autoctona ed erbacce varie. Tali spazi, più che per le persone, sono idonei per gli ungulati, così la gente è costretta a camminare in mezzo alla strada rischiando l’investimento da parte dei veicoli in transito.

Il mio augurio è che questa amministrazione non pensi solo a fare mini zone pedonali e sensi unici quanti meno discutibili ma pensi anche alla sicurezza dei pedoni.

Riccardo Ancillotti