LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Elba 2035, presentato il Manifesto della Sostenibilità dell’Isola d’Elba

Immaginare lo sviluppo sostenibile dell’Isola nei prossimi 15 anni

Elba 2035, presentato il Manifesto della Sostenibilità dell’Isola d’Elba

Nella prima giornata di SEIF, Sea Essence International Festival, svoltasi mercoledì 30 giugno, è stato presentato il Manifesto della Sostenibilità dell’Isola d’Elba.

Il Manifesto Elba 2035 nasce come percorso partecipativo in cui il territorio elbano a è messo al centro e dove gli stakeholder che lo abitano entrano in dialogo tra loro per immaginare lo sviluppo sostenibile dell’Isola nei prossimi 15 anni.
L’intento del Manifesto Elba 2035 di tracciare i pilastri e le aree di impatto di sostenibilità sulle quali porre l’attenzione al 2035 inizia con una mappatura delle iniziative esistenti che già oggi contribuiscono allo sviluppo sostenibile dell’Isola. Questa sezione introduttiva intende dunque darne una visione sistemica, mettendo in evidenza le principali caratteristiche e iniziative attualmente presenti sul territorio.
Da questa “istantanea” si vuole partire con un rinnovato impegno per traguardare gli obiettivi di sviluppo durevole e consapevole chiaramente individuati a livello nazionale e internazionale (Agenda 2030, European Green Deal, Strategia Europea e Strategia Nazionale per la Biodiversi- tà, ecc.), allo scopo di applicare allo straordinario territorio elbano modelli ed azioni che vadano nella direzione del contrasto al cambiamento climatico, della riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra in atmosfera, dell’arresto della perdita di biodiversità, della salvaguardia delle risorse idriche, della lotta all’inquinamento da pla- stica, del miglioramento e della tutela degli eco- sistemi terrestri e marini, della eradicazione delle specie aliene, del presidio del patrimonio rurale e storico-culturale isolano.

La partecipazione all’evento è stata importante e al termine dell’evento gli stakeholders presenti hanno firmato e sottoscritto gli impegni che hanno portato a delineare la visione comune del manifesto, nel lungo e partecipato percorso di Elba 2035.

La mission di Elba 2035
L’Isola d’Elba al 2035 sarà sostenibile:
Perché sarà in grado di gestire con sempre maggiore parsimonia e lungimiranza il capitale naturale. Dal punto di vista ambientale, l’Isola raggiungerà la neutralità climatica, condizione che prevede che il bilancio delle emissioni di gas ad effetto serra in atmosfera sia nullo e realizzabile attraverso un processo di misurazione, progressiva riduzione e compensazione delle emissioni rimanenti, ridurrà il quantitativo di emissioni inquinanti, proteggendo il mare e la costa, tutelando la biodiversità, valoriz- zando la geodiversità del territorio e gestendo il comparto idrico e lo smaltimento dei rifiuti con una logica volta alla circolarità delle risorse.
Perché saprà conservare sempre più il valore del genius loci territoriale.
Dal punto di vista turistico, l’Isola saprà valorizzare le attività da svolgere a contatto con la natura e promuoverà un modello di mobilità sostenibile e a zero emissioni, integrato ed inclusivo, rendendola accessibile e fruibile anche a coloro i quali sceglieranno di vivere l’Isola car-free. Saprà anticipare con resilienza e proattività le nuove sfide economiche, sociali ed ambientali emerse durante la crisi pandemica da Covid-19.
Perché promuoverà sempre più un modello culturale forte e un’alta qualità di vita.
Dal punto di vista culturale, l’Isola conserverà il valore del patrimonio materiale e immateriale, sia per i visitatori che per gli abitanti. L’Isola inoltre diventerà un punto di riferimento importante per il benessere e la qualità di vita e assicurerà a tutti servizi adeguati, efficienti ed ambientalmente soste- nibili, capaci di rispondere alle esigenze di salute, di mobilità, di tempo libero, di crescita e formazione.

Tutti dovremmo preoccuparci per il futuro, perché è là che dovremo passare il resto della nostra vita.
Charles F. Kettering

Gli appuntamenti di SEIF possono essere seguiti in diretta streaming il pomeriggio dalle ore 16.00 su www.seaessence.eu e rimangono sul portale a disposizione per essere visionati.

La sessione di oggi, giovedì 1 luglio,  si tiene presso il PNAT dalle Ore 16.00 – 18.00:

Elba Isola Smart e la transizione ecologica in mare

Incontro tra Parco Nazionale Arcipelago Toscano e Legambiente presso la sede del Parco

Nazionale dell’Arcipelago Toscano. Relatori:

• Giampiero Sammuri – Presidente Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano

• Marida Bessi – Sindaco Capraia Isola e Presidente Provincia di Livorno

• Antonio Nicoletti – Responsabile Nazionale Aree Protette e Biodiversità

• Giovanni Basciano presidente di AGCI Pesca – Sicilia (TBC) – Collegamento

• Emiliano Giacalone presidente Coop. pescatori Isole Egadi (TBC) – Collegamento

• Umberto Mazzantini – Responsabile Nazionale Isole Minori

• Maria Cristina Fossi – Università di Siena – Collegamento

Clicca qui per leggere il Manifesto Elba 2035