Quantcast
Corsi Oss, rinviata al 6 agosto la scadenza del “percorso abbreviato” - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Corsi Oss, rinviata al 6 agosto la scadenza del “percorso abbreviato”

Scritto da Azienda Usl Toscana nord ovest

Corsi Oss, rinviata al 6 agosto la scadenza del “percorso abbreviato”

È stata rinviata al 6 agosto la scadenza per la presentazione della domanda ad uno dei 120 posti messi a disposizione dall’Azienda USL Toscana nord ovest per il “percorso abbreviato” finalizzato al conseguimento della qualifica di operatore socio sanitario (Oss). I corsi, lo ricordiamo, si svolgeranno nelle sedi di Massa (1 corso), Lucca (1 corso), Valle del Serchio (1 corso) e Livorno (1 corso).

Resta invariata la scadenza per i partecipanti al “Corso 100 ore” fissata per oggi, 31 maggio. Il bando, in questo caso, prevede 180 posti per l’ammissione nelle sedi di Massa (1 corso), Lucca (1 corso), Pontedera (2 corsi), Livorno (1 corso) e Viareggio (1 corso).

La domanda di ammissione alla selezione dovrà essere inviata esclusivamente tramite procedura informatica connettendosi all’indirizzo: formazione.ao-pisa.toscana.it:180/sito/CorsiOSS.aspx

Le prova di selezione per l’ammissione ai corsi si svolgeranno presumibilmente il giorno 21 luglio per il Corso 1000 ore e il 22 settembre per il percorso abbreviato. Sedi orari e modalità di svolgimento della prova di selezione verranno comunicati sulla pagina web dell’Azienda rispettivamente entro il 5 luglio e il 2 settembre 2021.

Per ulteriori informazioni rivolgersi ai recapiti indicati nei bandi pubblicati, assieme all’avviso e facsimile delle domande, sul sito internet dell’Azienda www.uslnordovest.toscana.it seguendo il percorso Come fare per/Accedere ai corsi Oss.

Viene inoltre pubblicato un avviso pubblico per l’ammissione in sovrannumero ad un percorso complementare riservato ai candidati in possesso dei seguenti requisiti:

– titolo di Operatore Tecnico Addetto all’Assistenza (Ota);
– titoli professionali dell’area sanitaria conseguiti in paesi della Unione Europea ed extra Unione Europea e non riconosciuti in Italia dal Ministero della Salute.

(Pierpaolo Poggianti)