Quantcast
Festa della Liberazione, 25 Aprile: le considerazioni di Sinistra Italiana - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Festa della Liberazione, 25 Aprile: le considerazioni di Sinistra Italiana

Scritto da Sinistra Italiana

Festa della Liberazione, 25 Aprile: le considerazioni di Sinistra Italiana

Sinistra Italiana esprime la propria convinta adesione alle iniziative promosse dall’ANPI dell’Isola d’Elba in occasione della Festa della Liberazione con la deposizione di un fiore sulle targhe dei partigiani Ilario Zambelli e Giordano Piacentini, figli della nostra terra, vittime della barbarie nazifascista e caduti per la nostra libertà. Un fiore anche in ricordo del presidente partigiano Sandro Pertini che ha sofferto il carcere nella nostra isola, dove fu processato e condannato prima di essere recluso nell’isola di Pianosa.

Sinistra Italiana ritiene doveroso ricordare anche altri due valorosi elbani, vittime del mostro nazifascista ed originari di Rio Elba: Sabino Galletti, nome di battaglia “Elba”, 28 anni, partigiano combattente della Brigata Zelasco, Divisione Garibaldi Coduri, catturato e fucilato a Varese Ligure il 31 gennaio 1946; e Sabba Mancusi, 26 anni, caduto a Forno di Massa il 13 giugno 1944 durante un rastrellamento della Festung Brigade tedesca, coadiuvata dai reparti fascisti della Decima MAS di La Spezia, che causò un numero imprecisato di vittime civili e l’uccisione di 149 partigiani.

Sarebbe auspicabile che il Comune di Rio provvedesse a deporre un fiore sulle targhe delle vie del paese intestate ai due partigiani e a quella dedicata a Ilario Zambelli, che a Rio nacque prima di trasferirsi a Portoferraio per poi rimanere vittima a Roma nella strage delle Fosse Ardeatine.

SINISTRA ITALIANA