Quantcast
Diga di Mola, le perplessità di Luigi Lanera - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Diga di Mola, le perplessità di Luigi Lanera

Scritto da Luigi Lanera, Fdi Resp Naz politiche della navigazione

Diga di Mola, le perplessità di Luigi Lanera

A proposito della diga di Mola. Come rappresentante politico di Fdi intendo esprimere le mie perplessità sulla necessità di un’opera così impattante in un ottica di tutela del paesaggio costiero. Le bellezze delle nostre coste e delle nostre baie, sono ciò che il turista apprezza molto giungendo sull’isola, quindi a mio parere la tutela delle bellezze naturali deve essere prioritaria su qualsiasi nuovo intervento che alteri ciò che madre natura ci ha regalato. Se poi scendiamo nei particolari faccio presente che: Un porto già esiste (Porto Azzurro), a poche miglia abbiamo il porto di Rio Marina, a seguire il porto di Cavo e quindi: perché distruggere altra costa nel versante est già deturpato dalle miniere del passato?

Luigi Lanera Fdi Resp Naz politiche della navigazione