Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Fresco di stampa, ecco il nuovo libro di Beppe Tanelli: “GTE – La Grande Traversata Elbana: geologia e dintorni”

Scritto da Beppe Tanelli

Fresco di stampa, ecco il nuovo libro di Beppe Tanelli: "GTE – La Grande Traversata Elbana: geologia e dintorni"

La Grande Traversata Elbana è un celebre percorso escursionistico, in grande parte inserito nel Parco Nazionale dell’ Arcipelago Toscano che, assieme al CAI-Isola d’Elba ne cura la segnaletica e la manutenzione. La traversata si sviluppa lungo i sentieri d’ altura che per secoli sono state le vie sicure degli Elbani per andare dalle Terre del ferro ad oriente, alle lontane Terre del granito di fronte alla Corsica.

Si cammina su rocce che narrano una lunga ed affascinante storia geologica. Una storia che si perde negli incerti tempi del Paleozoico antico e del Precambriano, la preistoria della geologia, oltre 500 milioni di anni. Una storia legata ai grandi movimenti che per centinaia di milioni di anni hanno interessato le placche continentali Europea ed Africana; che hanno aperto oceani ed innalzato montagne e infine, che hanno portato alla attuale geografia dell’ Elba e delle altre Isole dell’ Arcipelago Toscano. Una storia geologica che nel suo divenire diviene storia umana e cronaca. Un cammino che ci aiuta ad amare le tante bellezze culturali e naturali delle nostre Isole di Toscana così da capire meglio le loro fragilità e i loro bisogni, difendendo i loro paesaggi, le loro bio e geo diversità, le loro tradizioni: nel presente per un futuro prossimo.

Le rocce sono coperte da macchie di ginepro, ed erica, mortella e lentisco, corbezzolo e ginestre . A luoghi si elevano pinete e leccete, castagni e sughere, tassi ed ontani. Gigli, orchidee e viole sbucano dalle spaccature del granito e dei diaspri. Il cammino inizia ed arriva al mare; dal mare di Cavo, al mare di Pomonte e Patresi. Il mare di Pelagos, il Santuario di delfini e capodogli, sopra il quale volano gabbiani e marangoni dal ciuffo. Si raggiungono i ruderi di antichi mulini a vento, fortezze d’ altura etrusco romane, fortezze medioevali, chiese romaniche, mura megalitiche. Le tracce dei cinghiali e gli sguardi dei mufloni ci accompagnano. Talora una piccola martora può fare la sua comparsa alla Fonte di Napoleone , così come nel cielo di Nisportino è possibile assistere alla lotta fra un grande corvo ed un falco pellegrino. Le stagioni sono segnate dai colori, dai profumi, dalle emozioni, che avvolgono il tuo camminare lungo crinali da dove si aprono paesaggi grandiosi di terra e di mare. Questo ed altro ti offre la GTE. 

La descrizione geologica della GTE e dei suoi “dintorni” storici e naturalistici, è stata anticipata alla fine dell’anno passato sulle pagine web di elbadascoprire.it, là dove resta la sua anteprima. Ed ora, grazie ad Alessandra Allori e Stefano Lo Faro che hanno magistralmente curato l’editing, la geologia della GTE ed i suoi dintorni, sono diventati le pagine di un libro, ricco di fotografie, disegni e geomappe. Non è proprio una guida. Direi una lettura per camminare nei sentieri della natura e della cultura di un angolo magico del Pianeta Terra: il Pianeta Elba.

Beppe Tanelli
– GTE, la Grande Traversara Elbana. Edizioni Dream Italia (2021).
pp.120, figg.76 ; 12,00 Euro.
( I diritti d’ autore sono trasferiti alla Misericordia di Pomonte e Chiessi)