Quantcast
Vaccinazione over 80, Landi: "La giunta si è assunta un'enorme responsabilità, il bilancio il 25 aprile" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Vaccinazione over 80, Landi: “La giunta si è assunta un’enorme responsabilità, il bilancio il 25 aprile”

Scritto da Marco Landi

Vaccinazione over 80, Landi: "La giunta si è assunta un'enorme responsabilità, il bilancio il 25 aprile"

“L’impegno che la Giunta ha preso annunciando le scadenze per la vaccinazione dei grandi anziani è ambizioso, visti i numeri che fino ad oggi abbiamo registrato. Saremo soddisfatti il 25 aprile quando l’assessore Bezzini ci dirà se l’obiettivo è stato raggiunto: la responsabilità politica che si è assunto è grande. Quel che è certo è che l’organizzazione sanitaria toscana ha bisogno di un cambio di passo, perché essere l’ultima regione per grandi anziani vaccinati non va bene”.

Lo ha detto il portavoce dell’Opposizione Marco Landi replicando alla risposta al question time sul modello organizzativo per la vaccinazione degli over 80 discusso ieri in aula.

“Sin da subito abbiamo suggerito di risparmiare le dosi Pfizer destinate agli amministrativi della sanità ai grandi anziani: la sottovalutazione è stata riconosciuta dalla giunta stessa. Oggi siamo qui ad auspicare una nuova organizzazione nel caso in cui i medici di base non riuscissero a somministrare i vaccini, perché le informazioni che ci giungono dai territori segnalano grandi difficoltà”, ha proseguito Landi prima di evidenziare altre lacune mostrate dal modello toscano.

“Sulla vaccinazione delle persone con disabilità e dei loro caregiver, da noi sollevata a inizio gennaio, la svolta decisiva è giunta grazie al ministro per le disabilità della Lega Erika Stefani, mentre sulle liste di riserva ricordo che lunedì scorso il presidente Sostegni diceva che le liste esistevano, poi il giovedì successivo la Regione ha annunciato che sarebbero state varate, infine abbiamo scoperto che liste, verbali, c’erano ma solo in alcune Asl. Noi vorremmo che la sanità Toscana viaggiasse allo stesso passo altrimenti dobbiamo prendere atto che la competenza non è più regionale”, ha concluso il portavoce dando appuntamento al 25 aprile per la verifica degli impegni assunti dalla Giunta regionale.