Quantcast
Momento drammatico per l'Isola. Lettera aperta al Presidente della Regione Toscana Giani - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Momento drammatico per l’Isola. Lettera aperta al Presidente della Regione Toscana Giani

Scritto da Francesco Semeraro - Comitato Elba Salute

Momento drammatico per l'Isola. Lettera aperta al Presidente della Regione Toscana Giani

Presidente, all’Elba servono immediatamente medici e infermieri a supporto di chi già opera nel pronto soccorso, delle USCA, dell’assistenza di base come i medici di famiglia, della medicina ospedaliera e delle guardie mediche. La sua vicinanza e solidarietà da sole anche se pregevoli in questo particolare momento non servono agli Elbani.

Presidente Giani, i Sindaci dell’Elba le hanno scritto perchè sono quasi allo stremo e perchè sanno che se dovessero ancora aumentare i casi di contagio Covid 19 sul territorio e nelle residenze per gli anziani, il sistema sanitario Elbano collasserebbe perchè non abbiamo un reparto Covid, non abbiamo anestesisti neanche per il normale servizio ospedaliero, non abbiamo una terapia intensiva, non abbiamo personale medico e infermieristico a sufficienza alfine di garantire turni e riposi perchè gravati da continui tagli e riorganizzazioni assurde come quelli di questi giorni dove ci siamo visti abolire il secondo medico serale e notturno “nottina” del pronto soccorso. Così come ci sono state cancellate di fatto le 2 guardie mediche da una sua ordinanza Presidente Giani e mai revocata. Pochi giorni fa invece di creare le condizioni per una minor permanenza nei locali dell’ospedale avete persino tagliato ore di servizio e quindi personale agli sportelli del CUP aumentando di fatto code e attese non proprio in sicurezza.

Presidente Giani, il “caso Elba” non è inteso come tagliare personale e servizi per snellire il sistema sanità pubblica, il “caso Elba” deve servire per farci superare questa pandemia e farci tornare a vivere curandoci e non togliendoci quel poco che ancora ci avete lasciato in questi anni di accorpamenti, riduzioni personale, tagli di servizi e reparti e revisioni di spesa che fiaccano la forza, la caparbietà e la vita degli Elbani.

Presidente Giani, agli Elbani fa male leggere che la loro difficoltà nel curarsi sia trattata a margine di una conferenza stampa e non come la priorità della Conferenza.

Presidente Giani ci preservi il personale medico e infermieristico che lavorano senza nulla chiedere se non più attenzione dimenticandosi che esista un orologio o un giorno festivo. Non esasperatelo perchè non salvano solo noi come salute ma salvano anche voi che finora lo avete trattato come se tutto è dovuto e salvano anche quei Drigenti apicali Aziendali convinti forse che le persone si curano con tagli, ordinanze, meeting e riunioni per pochi.

L’Elba ha bisogno di attenzioni particolari e cure mirate e non a margine.

Comitato Elba Salute.
(Francesco Semeraro)