Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’Amministrazione di Capoliveri matrigna con i suoi cittadini

Scritto da Gruppo Consiliare Capoliveri Bene Comune

 L'Amministrazione di Capoliveri matrigna con i suoi cittadini

Incomprensibili vessazioni da parte del Sindaco Montagna e della sua Giunta nei confronti dei capoliveresi e contemporaneo lassismo nei confronti delle attività comunali.

Evidentemente la gestione del potere fa ubriacare il sindaco e non facendogli fare pace con il cervello, gli fa emettere ordinanze contro ogni logica.

Basti pensare all’autorizzazione della giunta comunale alla Giostra e al Teatro dei Burattini di qualche giorno fa, ambedue ancora posizionati sul suolo pubblico comunale, e all’ultima ordinanza, la n. 116 del 2020, che colpisce alcune attività senza motivo, dato che a Capoliveri la situazione Covid è al momento sotto controllo.

Ci riferiamo in particolar modo:

– alla chiusura delle aree pubbliche, dei giardini e dei parchi giochi, nonché degli immobili comunali adibiti a sede di associazioni locali fatta eccezione per le sedi di Protezione Civile Novac, Protezione Civile Mare e Monti Lacona, Pubblica Assistenza Capoliveri;
– al divieto di esercitare l’attività dilettantistica di pesca e caccia su tutto il territorio comunale, salvo che in forma individuale;
– al divieto di sostare davanti ai bar per la consumazione, essendo consentita la sola vendita per asporto, mentre invece essendo in zona gialla sarebbero potuti rimanere aperti al pubblico;
– al divieto di svolgere la messa alla Madonna delle grazie con non più di 20 persone.

Invece si provvede comunque a mantenere sia le attività di interesse dell’amministrazione e che quanto fa clientelismo come per esempio:

– si lascia aperto il Comune a tutti i dipendenti e amministratori al fine soprattutto di evadere le pratiche che a loro interessano maggiormente.
– si penalizzano i pubblici esercizi senza alcun ristoro economico per una chiusura voluta da questa amministrazione a cui chiediamo di provvedere all’erogazione di un compenso economico per le attività ingiustamente penalizzate;
– si penalizza l’attività di pesca e caccia senza alcun motivo con tutte le problematiche legate al sovrannumero dei cinghiali;
– si permette, a causa di nessun controllo, la presenza di oltre 100 persona alla messa alla Madonna delle Grazie;
– si programma un assembramento voluto da parte dell’Amministrazione comunale per la consegna dei panettoni acquistati dalla Polisport Capoliveri, che ringraziamo per la lodevole iniziativa. Non si capisce però quale interesse abbia l’assessore delegato per imporre una distribuzione contro ogni logica e in contrasto con l’ordinanza n. 116, e perché non si lasci decidere i modi e i tempi a chi del resto ha voluto l’iniziativa e cioè l’associazione Polisport.

Come Gruppo consiliare evidenziamo queste decisioni illogiche, che si manifestano come ingiustizie, al fine di aprire gli occhi ai cittadini del poco interesse di questa amministrazione nei confronti dei capoliveresi.