Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Comune unico, considerazioni di un non residente

La lettera arrivata in redazione da un non residente.

Comune unico, considerazioni di un non residente

Non risiedo all’ Elba e non ho diritto al voto, lavoro e vi abito buona parte dell’anno.

Ho letto espressioni di dissenso per la fusione in un unico comune, chi perché vede in Portoferraio una gestione amministrativa dai risultati non condivisi e per questa ragione incompatibili per l’intera isola, chi ricorda giochi d’infanzia e nostalgiche visioni di mondi che non esistono più ma, in questo mondo globalizzato, non solo all’ Elba.

Credo che l’elbano, permettemi il termine “moderno”, abile imprenditore e molto creativo, che studia, viaggia, inventa, emigra, debba ragionare in termine di convenienza ed opportunità che la scelta di un comune unico può offrire. 

Questo, a mio modesto avviso, è l’ elemento fondamentale per un sì o per un no, dimentichiamoci diritti acquisiti, egoismi personali e tutto il resto.

Se un sindaco del comune unico sarà votato sarà il sindaco dell’Elba e agirà operando per la comunità e per il bene di tutti nel territorio e fuori dal territorio.

Lettera firmata