Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Panificio Nocentini, la presentazione dei nuovi prodotti

La storia e l’evoluzione di una piccola azienda artigianale oggi eccellenza

Panificio Nocentini, la presentazione dei nuovi prodotti

Tutto è iniziato con cinque “ballette” di farina prese sulla fiducia, con cui hanno fatto partire il piccolo panificio a Carpani. Nisia e Silvano Nocentini, conosciuto come “Tòttero” (perché brontolava sempre) erano due giovani sposi, con la passione per il pane e la pasticceria. Sono partiti con una piccola botteghina in cui producevano schiaccia, pagnotte soffici, panini piuma, ciambelle, e poi le schiacce di Pasqua. Poi negli anni ‘60 sono arrivati i primi turisti, Silvano lavorava anche 24 ore, ininterrottamente, affiancato da Nisia che oltre ad aiutarlo la notte a fare il pane, stava dietro il banco della bottega e riforniva gli scaffali. Erano tempi più semplici. Questa è una parte della storia del Panificio Nocentini che ci piace raccontare, ma quei tempi sono trascorsi in fretta e oggi, quell’azienda è strutturata in 1.500 mq e distribuisce giornalmente pane, pasticceria e prodotti tipici locali in tutto il territorio dell’isola d’Elba.” Anche un’azienda che produce pane e dolci deve avere un occhio attento al mercato ci racconta Davide Pistolesi – responsabile commerciale del Gruppo Nocentini, solo così si può pensare di crescere e stare al passo con quelle che sono le esigenze della clientela che, nel nostro caso, sono assai complesse a causa delle diverse stagioni, (quella estiva con un numero altissimo di turisti). Noi del panificio, ci riusciamo grazie all’attenzione che poniamo ai dettagli. Siamo pronti ad affrontare la stagione – continua Davide Pistolesi – con un nuovo e più importante assortimento del reparto pasticceria, con nuove torte, presto presenteremo anche i “pani speciali”. Ma prima c’è il maggio Napoleonico ed eccoci con la Torta Paolina e la Torta Napoleonica” . La prima è una rielaborazione della schiacciunta di Marciana, nata in occasione del bicentenario Napoleonico, è tutta dedicata alla sorella dell’Imperatore, Paolina Bonaparte, questo dolce dedicato a lei. Ottima nel sapore, si presenta in una magnifica confezione ideale come regalo da gustare a fine pasto accompagnata con un bicchiere di Aleatico. La seconda è una rielaborazione della Schiaccia Briaca dell’Elba, un dolce tipico molto ricercato a pasta quasi secca, poco lievitato e senza uova, in origine un alimento completo per chi andava per mare, una fonte di energia che grazie ai suoi ingredienti garantiva una lunga conservazione. La ricetta originale è segreta ed è tramandata solo verbalmente da generazioni. In ricordo di Napoleone Bonaparte, – conclude il responsabile commerciale del gruppo – la ricetta è stata rivisitata facendola diventare la Torta Napoleonica”. Intanto un nuovo importante appuntamento si prepara per il panificio; martedì 10 aprile ci sarà un “Open Day”per la presentazione di tutti i prodotti preparati dal panificio

Per guardare il videoservizio clicca qui