LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Il “porta a porta” funziona e si estende a nuove zone

Ferrari: “Nelle frazioni differenziata oltre il 70%. Obiettivo ridurre la Tari”

Il "porta a porta" funziona e si estende a nuove zone

L’Amministrazione Comunale di Portoferraio, in collaborazione con ESA S.p.A., ha deciso di proseguire nel percorso di estensione della raccolta dei rifiuti con il metodo porta a porta a nuove porzioni di territorio comunale. Le zone di Schiopparello, Le Prade, le Trane, Magazzini, Val di Piano, Santo Stefano, Acquabona, Ottone, Acquariese, Punta Pina, La Valdana e Buraccio che, ad oggi, vedono ancora la presenza dei tradizionali contenitori stradali saranno, dal giorno 6 novembre 2017, servite dalla raccolta dei rifiuti con il metodo Porta a Porta. Una decisione maturata anche grazie ai risultati positivi del servizio che dal mese di settembre era stato avviato in altre zone periferiche della città. “Il sistema ha funzionato – ci ha detto il sindaco di Portoferraio Mario Ferrari – la raccolta differenziata ha superato il 70%”.

Oltre ai risultati della differenziata l’aspetto positivo raggiunto è la pulizia del territorio. L’altro obiettivo dell’amministrazione è la riduzione della Tari per i cittadini.

In vista dell’inizio del porta a porta nelle nuove aree interessate sono in programma due incontri pubblici che si terranno giovedì 26 ottobre, alle 18 e alle 21, presso l’azienda agricola Montefabbrello.

Clicca qui per vedere il video con l’intervista al sindaco Mario Ferrari.