Quantcast
Aeroporto, "l'Amministrazione campese farà il suo" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Aeroporto, “l’Amministrazione campese farà il suo”

Danesi:" Apertura totale ma primaria la tutela per aziende e cittadini"

Aeroporto, "l'Amministrazione campese farà il suo"

Le strategie per aumentare i flussi turisti per l’Isola d’Elba, non può prescindere dallo sviluppo dell’aeroporto de “La Pila” nel comune di Campo nell’Elba. Dell’aeroporto si è lungamente parlato anche nell’ultima assemblea dell’Associazione degli Albergatori tenuta all’Hotel Hermitage nei giorni scorsi. All’incontro era presente anche l’amministrazione campese con il consigliere Gianni Danesi.

Uno degli argomenti più dibattuti durante la riunione annuale dell’Associazione Albergatori è stato quello dell’aeroporto, tema che solleva plausi e polemiche.

Ci sentiamo chiamati in causa come amministrazione campese e sentiamo la voglia di esprimere la nostra posizione, che potrebbe essere anche stata fraintesa durante la campagna elettorale. Ci avevano dipinto come coloro che sono contrari allo sviluppo dell’aeroporto o anche per una forza politica che ostentava lo sviluppo dell’area aeroportuale, per capire che non è così basta parlare con l‘ingegner Boccardo dell’aeroporto che conosce bene qual’è l’atteggiamento e le aperture che ha trovato nella nuova amministrazione e negli uffici, in particolar modo nell’ufficio tecnico.
Vorrei portere ad esempio che quando è stata presentata una variante ai lavori, questa è stata portata subito in commissione in modo da garantire l’apertura dell’ infrastruttura nel più breve tempo possibile. Mi riferisco ai lavori relativi alle infrastrutture, i parcheggi e la nuova viabilità intorno alla pista. L’amministrazione comunale di Campo nell’Elba, ha tutto l’interesse ed è pronta a contribuire per quanto è possibile, allo sviluppo dell’aeroporto. Questo è giusto si sappia per tutta la comunità elbana e in particolare per coloro che fanno impresa turistico-ricettiva come gli albergatori che cercano certezze e conferme anche nella classe politica. Un altro messaggio importante che vorremmo far passare, è che non si deve parlare dell’aeroporto di Campo ma dell’aeroporto dell’Elba.
Noi abbiamo coscienza del fatto che dobbiamo tutelare i cittadini che abitano che lavorano e che vivono in quell’area e per questo motivo presto chiederemo un confronto con tutti gli enti interessati allo sviluppo. La Regione in primis, che ha interesse e l’obbligo di mettere a disposizione delle risorse per lo spostamento se il progetto del Fosso della Galea andrà avanti. Lo sviluppo prevedrebbe la spesa di qualche milione di euro, c’è da capire se la volontà è accompagnata dalle risorse concrete o si sta facendo soltanto della campagna elettorale o della politica di lungo periodo.

L’amministrazione dunque è disposta a ragionare su un eventuale allungamento della pista?

Noi siamo parte integrante del sistema Isola d’Elba e non abbiamo il diritto di tagliare le ali – scusate il gioco di parole – ad un progetto così importante per lo sviluppo. Abbiamo invece il diritto di tutelare i nostri concittadini. Quindi se c’è unità di intenti nell’ allungare la pista dell’aeroporto, se si è coscienti del fatto che si va a modificare il territorio e che ciò porterà disagi, probabilmente anche danni a qualche persona o impresa che opera nelle zone interessate, se tutti siamo pronti eventualmente anche ad un eventuale risarcimento bene, ragioniamo.