LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sanzionati cittadini che bruciavano residui vegetali

Nonostante sia cessato il divieto esistono ancora rigorose prescrizioni

Sanzionati cittadini che bruciavano residui vegetali

Terminato il divieto assoluto di abbruciamenti i Carabinieri Forestali sono alle prese con i controlli e lo spegnimento di fuochi che scappano al controllo di chi vuole fare pulizia nel suo terreno. Nella giornata di martedì 19 settembre in diverse località dell’Isola hanno sanzionato cittadini che avevano deciso di bruciare residui vegetali accendendo fuochi con imprudenza, nonostante il sostenuto vento di Maestrale. “Dal 16 settembre la pratica dell’abbruciamento è consentita – fanno presente i Carabinieri Forestali – ma con rigorose prescrizioni, fondamentali per evitare di far sviluppare incendi”. Ricordano che si possono bruciare esclusivamente residui vegetali in quantità non superiore a 3 metri cubi per ettaro in assenza di vento e sorvegliando il fuoco fino al completo spegnimento delle braci, essendosi dotati prima delle risorse e delle attrezzature necessarie a contenere le fiamme, come acqua, pala, forca e tutto quanto può risultare utile in questi casi. “Non ci facciamo trarre in inganno da queste prime piogge – terminano i Forestali – perché il suolo è molto asciutto e basta un po’ di sole a far nuovamente impennare i fattori che predispongono allo sviluppo di incendi boschivi”.