Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Sette arcieri elbani ai campionati di tiro con l’arco

di Direttivo Arcieri del Mare

Sette arcieri elbani ai campionati di tiro con l'arco

L’ultima volta che abbiamo fatto gli auguri ad una piccola truppa di 7 arcieri che si accingeva a partecipare ad un Campionato Mondiale, sono tornati con ben 4 medaglie al collo. Un oro Mondiale, un Argento e ben 2 Bronzi. Una sorpresa bellissima, ed è vero conoscendo gli atleti qualcosa c’era da aspettarselo. Tra lo sperare di vincere ed il riuscirci ci sono di mezzo tante cose.

Dopo circa due mesi un’altra truppa sta partendo all’assalto di un altro Campionato, questa volta quello Italiano. Un bel viaggio fino a Schilpario (BG) dal 28 Agosto al 2 Settembre. Partiranno per questa spedizione: Carlo Gherarducci, Del Ministro Debora, Costa Giuliana, Sani Andrea, Sani Giada, Broccardi Sofia e Trabison Chiara. Qualcuno dirà, visto che siamo diventati Campioni del Mondo, sarà molto facile diventare anche Campioni d’Italia, niente di più falso. Nel nostro sport ogni gara fa testo a sè ed ogni freccia tirata è diversa da quella prima. Il Tiro con l’Arco è uno sport di concentrazione, diventa fondamentale riuscire a staccare con tutto il resto e concentrare la mente per vedere in maniera nitida il bersaglio. Fare finta che non esista niente altro al mondo in quell’istante in cui uno scocca una freccia. Mettere a fuoco solo il bersaglio, coordinare tutti i movimenti di spalle, braccia e mani con gli occhi. In parole povere, diventare un tutt’uno con la freccia. Sembra una cosa semplice, ma in realtà non lo è. Fare un Campionato dove ci sono molti altri atleti esperti, diventa come scalare una montagna. Solo chi sarà sicuro di sè e di tutto l’allenamento che ha fatto riuscirà nell’impresa di vincere o di raggiungere il podio.

Quello che mi auguro come presidente è che in quei momenti in cui sarà decisivo un gesto atletico vi ricordiate di queste parole: Fate un bel respiro profondo, incoccate e tirate pensando solo alla freccia. Un antico proverbio dice: la freccia sa già dove andrà… niente di più vero. Andrà dove voi avete pensato che andasse. Quindi pensate positivo che aiuta moltissimo. Sgombrate la mente. Pensate solo ed esclusivamente di farcela, chi pensa di non farcela, non ce la farà. Vi conosco tutti ormai già da un po’ e sono sicuro che qualcosa di buono combinerete. Avanti truppa, impegnatevi a dare il meglio di voi stessi perché se lo farete tornerete vincitori.