Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Esce dalla discoteca con la droga in tasca, arrestato

Il giovane aveva cercato di buttarla via, bloccato dai carabinieri

Esce dalla discoteca con la droga in tasca, arrestato

Una stradina buia nei pressi della discoteca “Club 64” di Portoferraio, due ragazzi che escono da questa stradina dopo aver appena consumato sostanza stupefacente, questo è lo scenario che si sono trovati di fronte i Carabinieri dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Portoferraio, impegnati in un servizio antidroga nei pressi dei luoghi di aggregazione che, soprattutto nel periodo estivo, attraggono frequentatori molto giovani da tutte le parti d’Italia.
Gli uomini dell’Arma, in abiti civili, venivano quasi immediatamente riconosciuti dai due ragazzi ed uno dei due lasciava cadere alcuni involucri. Il gesto non è sfuggito ai militari che hanno recuperato gli involucri ed accertato che si trattava di nr.7 dosi di cocaina già suddivise e pronte per essere vendute ai richiedenti. Un allarme notevole in considerazione della giovane età dei due ragazzi e del luogo individuato per lo spaccio, frequentatissimo da tantissimi giovani in età abbastanza precoce.
La sostanza sequestrata dagli uomini del Comandante del Nucleo, Cap. Mazza, circa 7 grammi, con la sua suddivisione in dosi preconfezionate e pronte alla vendita hanno fatto scattare le manette ai polsi di T.C. 21enne residente a Portoferraio, colui che ha fatto scivolare gli involucri per terra cercando invano di dissimularne il possesso, mentre T.G. 20enne, anch’egli residente a Portoferraio, è stato segnalato alla Prefettura di Livorno quale assuntore di sostanze stupefacenti.
L’arrestato dovrà chiarire ai Magistrati del Tribunale di Livorno le circostanze che lo hanno portato a detenere le sette dosi di sostanza stupefacente. Le indagini da parte degli uomini dell’Arma chiaramente non si concluderanno con l’arresto ed il 21enne, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di detenzione domiciliare considerata anche la sua incensuratezza.