LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Il sindaco continua ad omettere atti di contabilità”

Una interpellanza della minoranza al Prefetto ed al Commissario ad acta

"Il sindaco continua ad omettere atti di contabilità"

Una interpellanza  indirizzata al Sindaco di Rio Nell’Elba e per conoscenza al Prefetto di Livorno e al Commissario ad acta per l’Area Finanziaria. La scivono Coluccia, Chiassoni e Mazzei, consiglieri di minoranza di Rio Elba, per una ennesima denuncia riguardo alla situazione finanziaria riese. Eccone il testo integrale.

“I sottoscritti Consiglieri Comunali, premesso :
– Che per legge, l’organo consiliare è tenuto entro il 31 luglio di ogni anno a deliberare la variazione di assestamento generale, con la quale viene attuata la verifica puntuale e sistematica di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva e di cassa, al fine di assicurare mantenimento del pareggio di Bilancio;

– Che sempre entro il 31 luglio il Consiglio Comunale deve poter verificare e dare atto del permanere degli equilibri di Bilancio o, in caso di accertamento negativo, adottare contestualmente le misure necessarie a ripristinare il pareggio;

– Che è inoltre necessario rilevare l’esistenza o l’inesistenza dei debiti fuori Bilancio e ove necessario procedere entro tale data al loro riconoscimento e ripiano;
– Che alla luce della delicata situazione in cui sta operando l’Ente, già decorso infruttuosamente il termine assegnato dalla legge per l’approvazione del Rendiconto 2016, il Prefetto ha nominato un Commissario ad acta per l’approvazione in via sostitutiva, del documento contabile;

Considerato il fatto che non risulta ancora che l’adempimento richiesto e obbligatorio per legge, sia stato assolto né siamo stati, come Consiglieri comunali, adeguatamente informati riguardo a tempi e modalità per la sua approvazione;

Tenuto di conto che ad oggi l’Ente non ha assolto a diversi obblighi in materia di Bilancio e si è dimostrato incapace di provvedere, nei termini prescritti dalle norme vigenti, al fondamentale adempimento dell’adozione dei provvedimenti necessari per la salvaguardia degli equilibri di bilancio per l’esercizio 2017 ed all’approvazione del rendiconto 2016, risultando completamente inadempiente;

I sottoscritti consiglieri ritengono che, nella specie, si sia verificata l’ipotesi prevista dal TUEL che equipara ad ogni effetto, la mancata adozione da parte dell’Ente dei provvedimenti di riequilibrio previsti, alla mancata approvazione del Bilancio di previsione con applicazione della procedura prevista dal comma 2 dell’art. 141 del TUEL;

Chiedono perciò al Sindaco, con la presente interpellanza, la convocazione immediata di un Consiglio Comunale urgente, per portare all’ approvazione gli atti previsti per legge, o in subordine almeno una informativa generale ed una comunicazione del Commissario ad acta.”
I consiglieri di minoranza
Pino Coluccia
Nadia Mazzei
Bruno Chiassoni