Quantcast
Archeologia, nuove scoperte dall'abitato e dalla necropoli - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Archeologia, nuove scoperte dall’abitato e dalla necropoli

di Barbara Noferi

Archeologia, nuove scoperte dall'abitato e dalla necropoli

Scavi e scoperte archeologiche, la Val di Cornia offre sempre delle novità.

Per parlare di questo interessante argomento il quartiere Fiorentina Populonia ha organizzato per venerdì 25 agosto alle ore 21 presso Populonia Stazione un’interessante serata.
Il tema sarà dunque “Archeologia a Baratti: nuove scoperte dall’abitato e dalla necropoli”.
Parteciperanno all’incontro Andrea Camilli, direttore tecnico scientifico del progetto della Soprintendenza Belle Arti per Pisa e Livorno, Lorenzo Benini socio fondatore Trust Sostratos e Alessandro Viesti archeologo libero professionista e responsabile Sostratos.
A condurre la serata saranno il presidente del quartiere Fiorentina Populonia Daniele Quinti e Marina Riccucci docente dell’Università di Pisa,
Da sempre il sito archeologico di Populonia ci riporta straordinarie ricchezze dal passato, talvolta insolite e misteriose. E’ il caso della sepoltura “dell’uomo in ceppi” ritrovato durante gli scavi dell’équipe dell’Università degli studi di Milano coordinati dall’archeologo Giorgio Baratti.
Uno scheletro maschile che presentava dei ceppi in ferro ancora fissati al terreno e cinti alle caviglie, al collo un anello dello stesso materiale come fosse un giogo. Un uomo tra i 35 e i 40 anni, alto 1.73 centimetri e dalle possibili origini africane per le caratteristiche dell’arcata dentale e l’allungamento della cassa cranica; risale alla seconda metà del IV secolo a.C. sotterrato in una semplice tomba all’interno della necropoli.
Chissà cosa ancora ci riserverà questa straordinaria zona in futuro, gli archeologi sono sempre al lavoro.