LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Trasporti Aerei, Skywork consolida la presenza all’Elba

Presentati i numeri del 2016 e concordate le strategie per i prossimi anni

Trasporti Aerei, Skywork consolida la presenza all’Elba

Stati generali del turismo elbano riuniti nella mattinata di giovedì 15 dicembre all’aeroporto di La Pila per concertare a proposito del futuro dei collegamenti aerei con l’isola. L’occasione, che ha visto presente il sindaco di Rio nell’Elba Claudio de Santi alla sua prima uscita da “capofila” della GAT, affiancato dal coordinatore Claudio Della Lucia, dai suoi colleghi Andrea Ciumei per Marciana Marina e Mario Ferrari per Portoferraio, dai presidenti degli Albergatori, della Banca dell’Elba, di VolareElba e da numerosi rappresentanti delle associazioni di categoria, è stata fornita dalla visita elbana di Martin Inabnit, presidente e proprietario della compagnia aerea svizzera SkyWork.
Ad ulteriore testimonianza della importante finestra turistica sul mercato elvetico, consolidata anche da Silver Air, anche SkyWork ha annunciato i numeri del 2016, particolarmente interessanti grazie ai 4 voli settimanali fra Elba e Berna, che hanno portato 3680 passeggeri con un aumento dell’11,8% del traffico sulla tratta. La novità del 2017, anticipata già dall’Associazione Albergatori, consisterà nella riapertura di una tratta fra Elba e Zurigo, che sarà riattivata dopo il periodo di assenza dovuto alla chiusura di Intersky. L’intervento dell’associazione consisterà in un accordo commerciale che garantisca una parte di prenotazioni su quella linea.
Qualche problema in più ci sarà nel 2018, quando la compagnia svizzera dismetterà i Dornier 328 utilizzati finora e perfettamente in grado di atterrare e ripartire da La Pila, per affidarsi ai più moderni Saab 2000, aerei da 50 posti. Dopo l’esposizione dei numeri di SkyWork, si è tenuta una riunione a porte chiuse fra la compagnia aerea e i rappresentati politici ed economici dell’isola per definire proprio le strategie che interesseranno lo scalo elbano nel 2018.
“Abbiamo instaurato un rapporto positivo per mantenere ed incrementare questi risultati – ha commentato a fine riunione l’ingegner Claudio Boccardo, AD di AlaToscana – ora dobbiamo lavorare per far rimanere su questa linea il Dornier 328 anche oltre il 2017: questo aereo, infatti, dopo la conclusione del primo allungamento (di 18 metri, ndr) della pista di La Pila, sarà in grado di trasportare 33 passeggeri. C’è anche un problema che riguarda le rotte abbandonate da Intersky – ha concluso Boccardo – ma il business plan dei prossimi mesi dovrà rimettere tutto in fila”.