Quantcast
Laboratori del Parco, mangiatoie e nidi artificiali - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Laboratori del Parco, mangiatoie e nidi artificiali

L'iniziativa a Forte Inglese sabato 10 dicembre alle ore 16

Laboratori del Parco,  mangiatoie e nidi artificiali

Uccelli migratori, rondini, rondoni, balestrucci. L’importanza dei luoghi di svernamento. Come realizzare mangiatoie e nidi artificiali.
Dopo un viaggio di 14 mila km attraverso il deserto e il Mediterraneo rondini, i rondoni e i balestrucci, e tanti altri uccelli migratori tornano nel continente europeo nella buona stagione. Hanno bisogno di ritrovare i loro habitat e i loro nidi. Spesso gli habitat vengono distrutti e offrire accoglienza a questi esemplari diviene strategico per la conservazione della biodiversità.
Laboratorio pratico per imparare a costruire i rifugi per questo tipo di uccelli con una introduzione sul loro ruolo nell’ecosistema. Con Francesco Mezzatesta e Pino Fabbri. “Per tornare a riprodursi nei luoghi dove sono nati questi uccelli percorrono migliaia di chilometri in volo dall’Africa all’isola d’Elba sorvolando il Sahara e il Mediterraneo. Sono insetticidi naturali: soltanto una coppia di rondini, quando alleva la prole, cattura un media 6 mila insetti al giorno di cui il 40% costituito da zanzare e mosche. L’edilizia moderna ostacola rondini, rondoni e balestrucci nel trovare luoghi adatti per costruire il nido e molti nidi esistenti vengono abbattuti a causa delle deiezioni quando basta applicare delle piccole mensole sotto per risolvere il problema