LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

L’Elba ha detto 8870 “NO” al referendum costituzionale

56.35% la percentuale totale. A Porto Azzurro record provinciale dei NO

L'Elba ha detto 8870 "NO" al referendum costituzionale

 8.870 NO e una percentuale del 56,35% contro  6.872  SI (43,65%). Con questi numeri l’Isola d’Elba ha bocciato sonoramente la riforma costituzionale, contribuendo quindi alle dimissioni dell’ormai ex premier Matteo Renzi. Questo il risultato degli scrutini che si sono conclusi nella notte.

Un NO unanime, quello elbano: dall’affermazione più netta, che arriva da Porto Azzurro con il 61,50% (record in tutta la provincia) , a quella più risicata di Rio Marina, che ha chiuso con solo 11 voti di scarto, 50,50% contro 49,50%. La lettura dei dati non lascia spazi a commenti di alcun genere: in linea le percentuali negli altri comuni elbani, ed è appena il caso  di sottolineare come il banco di prova forse più atteso, quello di Portoferraio, abbia rispecchiato appieno i numeri nazionali (vittoria del no con il 54,88%), in una provincia “rossa” come quella di Livorno che ha visto nel capoluogo il SI sconfitto con solo il 47,79% dei voti, mentre nella roccaforte Piombino la percentuale a favore del SI è stata del 52,07%.

Ecco il  dettaglio dei singoli comuni:

Campo nell’Elba: SI 941 (40,21%), NO 1.399 (59,79%)

Capoliveri: SI 768 (43,03%), NO 1.017 (56,97%)

PortoferraioSI 2.752 (45,12%), NO 3.347 (54,88%)

Porto Azzurro:  SI 701 (38,50%), NO 1.120 (61,50%)

Marciana:  SI 417 (41,74%), NO 582 (58,62%)

Marciana Marina:   SI 502 (49,02%), NO 522 (50,98%)

Rio nell’Elba: SI 248 (42,98%), NO 329 (57,02%)

Rio Marina: SI 543 (49,50%), NO 554 (50,50%)