Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Marciana, gli alberi di Ginepro presentati da Carlo Gasparri

Ancora un documento della commissione ambiente della Fondazione Elba

Marciana, gli alberi di Ginepro presentati da Carlo Gasparri

Ancora una storia, ancora un gigante verde che Carlo Gasparri, responsabile della commissione ambiente della Fondazione Elba , ci racconta portandoci sul sentiero del Raggio Verde che da Patresi conduce fino a Marciana per presentarci un albero importante e secolare il Ginepro .
Questo arbusto ricorda Gasparri – quando ero ragazzo veniva usato per fare l’albero di Natale, se ne coglieva un ramo e poi a casa si addobbava come tradizione, poi con il tempo questa usanza ha lasciato il porsto ad alberi sintetici e piccoli abeti-.
Interessanti e coinvolgenti sono alcune curiosità di questo arbusto sempreverde dal legno profumato, a cui anche la medicina popolare attribuiva altissimo valore curativo dall’olio ottenuto dalle sue bacche ..Poi nella tradizione cristiana si racconta come il Ginepro fosse simbolo del Cristo e si favoleggia che che anche la croce del martirio di Gesù fosse fatta di ginepro.
Fino all’inizio del ‘900 nelle campagne si usava bruciare un ramo di Ginepro la sera di Natale, di San Silvestro e dell’Epifania. Il suo carbone, come quello del ceppo, veniva poi impiegato durante l’anno in tanti rimedi superstiziosi.
Carlo Gasparri ci parla ampiamente di questo albero importante che si nasconde tra altre erbe infestanti del sentiero rimanendo quasi nascosto alla vista, , e come consuetudine Carlo lancia un appello affinchè queste piante vengano slavate e curate affinchè la tradizione si perpetui rimanendo patrimonio dei posteri.

Ma ascoltiamo il racconto di Carlo Gasparri accompagnato per l’occasione Da Vincenzo Anselmi componente la commissione natura e ambiente nel video allegato  

Fabrizio Prianti