Quantcast
Cucinare rende liberi: all’Elba il primo progetto europeo - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Cucinare rende liberi: all’Elba il primo progetto europeo

Detenuti e ragazzi a scuola di cucina ed integrazione.

Cucinare rende liberi: all’Elba il primo progetto europeo

Parte il progetto Cooking for Freedom finanziato all’interno del programma Erasmus +, un’iniziativa che porterà all’Elba partners dalla Turchia, dalla Lituania e dal Portogallo e attiverà sull’isola un percorso di formazione con detenuti di Porto Azzurro e l’Istituto Alberghiero e della ristorazione “Brignetti” di Portoferraio.
Il progetto, che nasce da un’idea dell’Associazione di progettazione sociale Linc e ha come capofila la Cooperativa Beniamino di Campo nell’Elba, coinvolge sul territorio italiano anche Slow food Isola d’Elba e l’Associazione per i diritti e le garanzie del sistema penale, Antigone e l’Istituto “Brignetti” di Portoferraio
Cooking for Freedom è un’esperienza innovativa di formazione che metterà in rete carceri, istituti formativi, associazioni e realtà imprenditoriali con lo scopo di creare una rete di inclusività sia per i detenuti che per i ragazzi. L’intento è quello di proporre un modello circolare di formazione, lavoro e integrazione, da sperimentare all’Elba e nei paesi partner. Un percorso che terminerà nel settembre del 2018.
I partners elbani saranno al centro di una rete europea che coordinerà percorsi formativi simili nelle diverse nazioni e tenterà di stilare delle linee guida per orientare esperienze future di formazione professionale che coinvolgano istituti penitenziari e realtà territoriali.

Al termine della conferenza festeggeremo l’avvio del progetto con buffet Slow Food offerto dall’Enoteca della Fortezza.
Sabato 29 Ottobre alle ore 12:00, presso l’Enoteca della Fortezza di Portoferraio ( Via Scoscesa Fortezze Medicee), conferenza stampa e presentazione del Progetto Europeo Cooking for freedom.