LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

De Santi: “Per il Piano serve una progettualità strutturale”

Il sindaco intende coinvolgere il dipartimento regionale difesa del suolo

De Santi: "Per il Piano serve una progettualità strutturale"

Dalla nuova mappatura delle zone a rischio sinkhole potranno partire i due comuni di Rio nell’Elba e Rio Marina per gli interventi necessari. “Questi studi sono stati finanziati grazie al presidio che facemmo al Piano – ha affermato il sindaco di Rio nell’Elba, Claudio de Santi – altrimenti saremmo andati avanti senza prendere le decisioni del caso. L’unica strada da intraprendere ora è interessare il dipartimento Difesa del Suolo della Regione Toscana, il più velocemente possibile”. L’intenzione del sindaco è coinvolgere l’assessorato regionale per predisporre, in primis, gli atti urbanistici previsti per questo tipo di zone, poi procedere con uno studio strutturale per intervenire sulla strada e nelle abitazioni che ricadono nella zona a rischio più alto. “Un risultato che abbiamo ottenuto dallo studio – riprendere – è vedere limitata la zona a rischio, rispetto a quanto avevamo ipotizzato prima. La Difesa del Suolo ci dovrà dare gli indici degli stati di allerta da prendere in considerazione, per tre aspetti fondamentali la previsione di una nuova strada per il collegamento con il porto di Rio Marina, la messa in sicurezza delle abitazioni e la transitabilità pedonale della zona . Serve un progetto strutturale , la quantificazione dei costi e poi il reperimento dei fondi necessari. Si tratta di salvaguardare i collegamenti e la continuità territoriale che i comuni da soli non possono garantire”. De Santi ipotizza anche che le amministrazioni coinvolte siano affiancate da un comitato ristretto che possa supportarli in questo percorso.