Quantcast
Moby salta una rata per Tirrenia, "ma era concordato" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Moby salta una rata per Tirrenia, “ma era concordato”

La notizia riportata dalla stampa finanziaria e la precisazione del gruppo

Moby salta una rata per Tirrenia, "ma era concordato"

Dopo la notizia di qualche giorno fa, relativa al bilancio di Moby in rosso nel primo semestre 2016, la compagnia della Balena Blu torna oggi nell’attenzione della stampa specializzata per un altro problema di carattere finanziario.

Il gruppo dei traghetti di Onorato  – si legge su Milano Finanza – avrebbe  deciso di sospendere il versamento di una tranche del pagamento di quanto dovuto per l’acquisizone di Tirrenia in attesa della conclusione dell’indagine Ue sui contributi pubblici incassati dall’ex società statale, provocando – a detta del giornale finanziario – l’insoddisfazione degli investitori istituzionali.

A chiarire la questione, che già lasciava presagire segnali poco rassicuranti, ci ha pensato l’ufficio stampa di Onorato Armatori, con una nota inviata alla nostra redazione.

“In merito alle notizie riportate oggi da alcuni organi di stampa – si legge infatti nella nota –  il Gruppo Onorato Armatori tiene a precisare quanto segue.  Il contratto di compravendita di Tirrenia prevede espressamente che le rate a saldo del prezzo pattuito non debbano essere versate da Tirrenia CIN, in attesa della definizione della procedura in corso presso la Commissione europea.
In sostanza, in attesa della definizione a livello europeo, le rate a saldo sono state sospese, come concordato in sede contrattuale con Tirrenia in Amministrazione Straordinaria.
La Compagnia inoltre precisa che, contrariamente a quanto riportato negli articoli in questione, gli investitori di Moby sono stati informati dettagliatamente di questi aspetti durante il roadshow di presentazione del Gruppo, prima dell’emissione del Bond”.