Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Elba Isola Musicale d’Europa” torna al Teatro Vigilanti

La 20° edizione del festival cocluderà sabato 10. Tutto il programma

"Elba Isola Musicale d'Europa" torna al Teatro Vigilanti

Venerdi 9 settembre alle ore 21.15 la penultima serata del Festival “Elba Isola Musicale d’Europa”, che sarà però l’ultima al Teatro dei Vigilanti di Portoferraio. Suoneranno, infatti, la violinista moldava Alexandra Conunova, vincitrice del 3° premio Čajkovskij lo scorso anno; la violista franco-tedesca Béatrice Muthelet, affezionata ospite del Festival, nonché viola solista della Mahler Chamber Orchestra; ed il violoncellista Giovanni Gnocchi, allievo di Mario Brunello, che arriverà sull’isola con anticipo in vista del concerto solista del giorno successivo a Pianosa, apposta per poter essere presente all’esibizione dell’amico a Portoferraio. A loro si unisce il pianista scozzese Alasdair Beatson, rivelazione di questa ventesima edizione e già molto apprezzato dal pubblico nei concerti precedenti.
Il programma di venerdì 9 settembre, è particolarmente vario ed interessante, in quanto include brani raramente ascoltabili come la Passacaglia per violino e viola del compositore norvegese Johan Halvorsen; il Duo di Beethoven per viola e violoncello con un ironico sottotitolo, “con occhiali obbligati”; ancora un Duo, questa volta per violino e violoncello, dell’ungherese Zoltan Kodaly, per finire con una composizione famosa, di proporzioni notevoli e contenuto passionale, come il Secondo Quartetto di Johannes Brahms.
Nella Passacaglia certamente sarà notato lo straordinario virtuosismo, previsto dallo spartito, delle due musiciste, ospiti del Festival anche quest’anno dopo la prima apparizione l’anno scorso. Mentre nel brillante Duo del 1796 di Beethoven, dedicato all’amico altrettanto miope, il violoncellista dilettante Nikolaus Zmeskall, si scoprirà il lato umoristico del grande compositore tedesco. Il brano del compositore ed etnomusicologo ungherese Kodaly, assai impegnativo per gli esecutori, svela un’inusuale mix di materiale folkloristico e di innovazioni avanguardiste. Si conclude con il Quartetto di Brahms, capolavoro avvolgente di dolcezza, nostalgia e passionalità, un tentativo del compositore tedesco di “salvare” la pesante eredità dei valori classicisti nel pieno romanticismo.

Il 20° Festival “Elba Isola Musicale d’Europa” si conclude sabato 10 settembre con un evento eccezionale, la trasferta collettiva all’Isola di Pianosa, dove nel silenzio del luogo disabitato si ascolterà un concerto unico, tenuto da un solo musicista, da tempo appassionato di questo tipo di escursioni, il famoso violoncellista italiano Mario Brunello. Instancabile scopritore di posti nuovi, di spazi mai utilizzati per la musica e inoltre costante rinnovatore del proprio vastissimo repertorio. Il M° Brunello farà ascoltare una delle Suite di Johann Sebastian Bach, quella n. 2 in re minore, BWV 1008 e la poco conosciuta Suite per violoncello solo, composta nel 1926, del violoncellista e compositore spagnolo Gaspar Cassadò. Allievo di Pablo Casals e dei grandi compositori Manuel de Falla e Maurice Ravel, Gaspar Cassadò ha insegnato a lungo all’Accademia Chigiana di Siena e per più di trent’anni ha vissuto a Firenze, dove era impegnato nella raccolta fondi per gli alluvionati e dove morì nel 1966 per un attacco cardiaco a seguito di un faticoso sopralluogo nelle zone alluvionate. La sua Suite per violoncello solo è ricca di spagnolismi, brillante e comunicativa, e ben si lega con l’intero programma per gli impliciti riferimenti bachiani: i tre movimenti sono infatti un Preludio-Fantasia, una Sardana (Danza) e un Intermezzo e Danza finale. 

Un evento da tutto esaurito che ha visto la collaborazione del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano che festeggia, proprio come il festival 20 anni dalla fondazione.
Partenza alle 15 da Marina di Campo con imbarcazione riservata, possibilità di escursioni nel pomeriggio, alle 18.30 concerto e a seguire la cena curata dallo chef Alavaro Claudi. Rientro alle 22.30 .
Un ringraziamento particolare va al Comune di Portoferraio, main sponsor della manifestazione , luogo dove il Festival è nato 20 anni fa nella suggestiva cornice del Teatro napoleonico dei Vigilanti e che ha sempre sostenuto e promosso un evento che è diventato un appuntamento irrinunciabile nel panorama della musica classica italiana.
Per info e biglietti: www.elba-music.it
tel +39 392 3815400
mail: info@elba-music.it
oppure direttamente in teatro da lunedì a sabato dalle 9.30 alle 13.