Quantcast
Volontari all'opera per riaprire la chiesa del Sacro Cuore - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

Volontari all’opera per riaprire la chiesa del Sacro Cuore

Iniziativa in atto a Porto Azzurro. Intervista al promotore Fabrizio Grazioso

Volontari all'opera per riaprire la chiesa del Sacro Cuore

Alfredo, Paolo, Gismonda, Vincenzo, Giuliano, Aurelio. Sono solo alcuni dei volontari che a Porto Azzurro si stanno adoperando per riaprire al pubblico, dopo dieci anni, la chiesina del “Sacro Cuore di Maria”. La cappella-mausoleo voluta nel 1727 dall’allora governatore della Piazzaforte di Longone, don Diego d’Alarcon, era completamente interdetta al culto a causa dello stato di totale abbandono in cui versava. Per questo ad agosto, un gruppo di paesani, alcuni dei quali appartenenti all’associazione culturale “Tercio de Longone”, hanno accettato l’invito del giovane Fabrizio Grazioso, già autore di un libro di storia locale, per un efficace ripristino dell’edificio. Ottenuta l’autorizzazione dal parroco, Don Yarek, e con il placet della Sovrintendenza, il gruppo è riuscito a ridare alla struttura sacra, nella quale sono conservate le spoglie del Governatore Spagnolo, un aspetto confacente e dignitoso. I volontari si sono autotassati per l’acquisto del materiale necessario ai lavori e dapprima hanno limitato le infiltrazioni piovane sulla cupola, per poi mettere in provvisoria sicurezza la cappella e provvedere ad uno sgombero totale del materiale sedimentato là da anni. La chiesa verrà riaperta il 6 e 7 settembre con un evento che vuole valorizzare il patrimonio artistico e culturale spagnolo insieme a “Gestione Associata Archivi Storici” e “Sovrintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio per le provincie di Pisa e Livorno”.

Nel video l’intervista a Fabrizio Grazioso.