Quantcast
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“La solidarietà elbana non deve avere colore o fede”

di Paolo Magagnini

"La solidarietà elbana non deve avere colore o fede"

Forse nella mia intervista a tele Elba sono stato frainteso o qualcuno ha fatto finta di non capire perciò tengo a fare questa precisazione molto importante:
Io non ho detto che non si deve raccogliere viveri o coperte o altri generi alimentari ma ho precisato che per ora non si devono portare sui luoghi del terremoto come ha precisato ANPAS Nazionale perchè è tutto inutile portare roba che non sanno dove mettere in quanto sono in allestimento strutture per il recapito della merce perciò confido molto nella popolazione elbana per raccogliere più prodotti possibili attraverso le varie associazioni del territorio ed a questo proposito devo comunicare che il Coordinamento ANPAS delle Pubbliche Assistenze ha aperto da lunedi prossimo in Piazza Gori (davanti all’ingesso del Comune di Portoferraio un fondo (gentilmente concesso dal Sig. Sergio Bicecci), per un centro di raccolta di generi alimentari a lunga conservazione, coperte, vestiario, prodotti per igene personale ecc. e dove tutte le pubbliche Assistenze dell’Elba confluiranno le loro raccolte. La merce raccolta sarà stoccata in attesa che venga richiesta dai luoghi disastrati dal terremoto.
Se il centro di raccolta dovesse essere chiuso i prodotti possono essere portati presso la sede della P.A. Croce Verde a Portoferraio.
Facciamo appello, a volontari, pensionati, a semplici cittadini che volessero darci una mano per stare presso il centro di raccolta e tenerlo aperto più possibile per ricevere i prodotti donati.
Sarebbe poi auspicabile che le raccolte fatte da tutte le Associazioni Elbane, di qualsiasi fede o colore, venissero portate nei luogi disastrati con un unico trasporto per la solidarietà di tutta l’Isola d’Elba unita.
Il Coordinatore Zona Elba
Paolo Magagnini