Quantcast
"Se Mid fosse rimasto all'Elba non sarebbe più con me" - Tirreno Elba News
LA REDAZIONE
Scrivici
PUBBLICITÀ
Richiedi contatto

“Se Mid fosse rimasto all’Elba non sarebbe più con me”

La lettera della proprietaria di un furetto. "Grazie ai veterinari e a Silver Air"

"Se Mid fosse rimasto all'Elba non sarebbe più con me"

È il 5 Agosto, sembra essere un giorno qualunque in mezzo all’ estate fra il caldo e la spensieratezza della bella stagione, ma nella realtà non diventa altro che un giorno verso la speranza di salvezza. Mi chiamo Beatrice Mazzella e da 4 anni ho un furetto maschio di nome Midnight che ha sempre goduto di ottima salute, sempre seguito dal Dottor Mugnai con visite mediche e vaccinazioni. Ma il 5 Agosto improvvisamente tutto è cambiato. Mid ha iniziato a non mangiare più, a rifiutare qualunque cibo, a urinare arancione e a mettersi in disparte in un angolo della casa. Vista l’ inappetenza e l’apatia, ho chiamato il veterinario curante che non sono riuscita a rintracciare, allora ho provato a mettermi in contatto con il Dottor Osano che si è reso disponibile, fin da subito, per un primo intervento. Giunta a Portoferraio è stato visitato e il dottore ha notato con la palpazione che Mid sentiva dolori verso la zona del fegato, dopo le prime cure (antibiotico, idratazione, analisi feci) mi ha consigliato un’ ecografia urgente per verificare di cosa si trattasse . All’ Elba l’ unica a possedere l’ ecografo è la Dottoressa Maestrini, la quale però mi ha spiegato e sottolineato che l’ecografia viene effettuata solo ai cani e ai gatti. Successivamente mi sono messa in contatto con la Dottoressa Montauti che gli ha fatto una radiografia nell’ immediato. Data l’ assenza di una clinica veterinaria sull’ Elba e la gravità della situazione, il Dottor Osano e la Dottoressa Montauti mi hanno consigliato di correre subito in continente. Giunta a Livorno presso la Clinica Veterinaria Aurelia, il Dottor Nuti prende a cuore la situazione fin dal primo momento. Vengono subito effettuate le analisi e un’ ecografia dettagliata. Mid appare in condizioni gravissime, ancora salvabile ma non fuori pericolo di vita. Gli viene diagnosticata una patologia infiammatoria a carico di pancreas, intestino e peritoneo. Il dottore inizia così la terapia endovena e dopo due giorni Mid è fuori pericolo di vita. GLI VIENE SALVATA LA VITA

Il Dottor Nuti poiché nel fine settimana successivo sarebbe dovuto andare in ferie, mi ha consigliato di trasferire Mid a Firenze per essere osservato 24 ore su 24, mi ha detto che sarebbe potuto tornare a casa ma data l’ assenza di una clinica all’ Elba, non avrei potuto rischiare così tanto, quindi per tutelarlo, ho deciso insieme al Dottore di trasferirlo al Vet hospital. Seguito dal Dottor Scoccianti e poi dal Dottor De Fanti fino a Ferragosto, Mid torna a casa sano e salvo con la compagnia aerea Silver Air il 16 Agosto.
Dunque, Volevo ringraziare prima di tutto il Dottor Nuti veterinario esperto in esotici della Clinica veterinaria Aurelia di Livorno che ha salvato la vita al mio furetto, poi il Dottor Osano di Portoferraio per aver compiuto un primo soccorso su Mid, la Dottoressa Montauti per aver effettuato una radiografia in un giorno festivo, il Dottor Melillo veterinario esperto in esotici della Clinica Omniavet di Roma che mi ha sostenuto psicologicamente oltre ad essersi consultato e tenuto aggiornato co il Dottor Nuti, la clinica Vet hospital di Firenze e il Dottor Scoccianti e De Fanti per essersi occupati di Mid negli ultimi giorni di ricovero. Infine ringrazio la compagnia Silver Air per la loro disponibilità e occhio di riguardo nei nostri confronti.

Un articolo non solo per ringraziare chi ha fatto in modo che oggi Mid fosse qui con noi ma anche per riflettere sul diritto alla vita per ogni tipo di vita. Se Mid fosse rimasto all’ Elba, oggi non sarebbe stato qui con me.


Beatrice Mazzella